rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Politica Sant'eufemia a maiella

Il sindaco di Sant'Eufemia sull'accorpamento delle classi a Caramanico: "Penalizza fortemente anche il nostro territorio"

Il sindaco di Sant'Eufemia a Majella Francesco Crivelli interviene in merito al dibattito sull'accorpamento di alcune classi nella scuola di Caramanico Terme

Anche il territorio di Sant'Eufemia a Majella e la sua popolazione scolastica saranno penalizzati dall'accorpamento e riduzione delle classi nella scuola di Caramanico Terme. A dirlo il sindaco Francesco Crivelli che interviene nel dibattito riguardante la possibilità che dal prossimo anno scolastico la prima e la terza media vengano accorpate a causa della continua diminuzione degli alunni. Sul tema si era espresso anche il parlamentare pescarese Luciano D'Alfonso che ha presentato un'interrogazione parlamentare.

Crivelli ha spiegato che occorre aprire un dibattito coinvolgendo tutte le parti in causa e i primi cittadini del comprensorio, spiegando che il servizio dell'istruzione nel territorio resta un presidio fondamentale e che deve essere garantito anche se regolamenti e norme superiori impongono la riduzione delle classi, dovuta al costante spopolamento del territorio che viene contrastato già con diversi altri provvedimenti locali, regionali e nazionali:

"In altre parole la legittimazione normativa sull'accorpamento delle classi necessita di una valutazione del contesto specifico, armonizzandolo alle realtà dei piccoli comuni montani". Per questo il sindaco sottolinea come chi ha potere decisionale locale deve stimolare un dibattito e la possibilità che la normativa superiore possa essere adattata al territorio in questione, esprimendo preoccupazione per la riduzione delle classi nell'istituto scolastico di Caramanico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco di Sant'Eufemia sull'accorpamento delle classi a Caramanico: "Penalizza fortemente anche il nostro territorio"

IlPescara è in caricamento