Politica Bolognano

Il sindaco di Bolognano contro l'Enel per le inadempienze sulla ripartizione del sovracanone di energia idroelettrica: "Danno di oltre 200 mila euro"

Il primo cittadino Guido Di Bartolomeo a settembre aveva presentato un'istanza in merito alla ripartizione del sovracanone di energia idroelettrica per le inadempienze certificate di Enel

Il sindaco di Bolognano Guido Di Bartolomeo attacca l'Enel per la questione della derivazione ad uso idroelettrico sul fiume Orta, affluente del Pescara e alla ripartizione del sovracanone di energia idroelettrica. Già a settembre il primo cittadino aveva presentato un'istanza alla Regione Abruzzo e alla Provincia di Pescara sulle certificate inadempienze di Enel e la questione è stata al centro di un incontro fra l'ente comunale, Enel Green Power e gli altri enti competenti sulla materia.

"Bolognano percepisce la risibile percentuale del 6%, anziché dell’80% come previsto dalla normativa vigente e ciò nonostante il disastro ambientale rappresentato dalla soppressione del corso d’acqua. Si tratta di un rilevante
danno economico che ammonta a oltre 200 mila euro annui, a far data dalla sottoscrizione del contratto tra lo stesso Comune e il concessionario. Enel Green Power oltre ad essere inadempiente continua a manifestarsi elusivo sulla materia ma è mio dovere tutelare i diritti dell’amministrazione che rappresento. L’incresciosa e paradossale questione si trascina da oltre un anno nel disinteresse generale, in spregio all’art. 4 della Legge regionale 25/2011 ed alla circolare 22 luglio 1959, n. 158 Ministero delle Finanze Roma, 22 luglio 1959 Direzione generale del Demanio. Finora solo l’Agenzia del Demanio, riconoscendo le legittime attese del Comune, ha sollecitato gli enti preposti ad attivare l’iter per la richiesta di emissione di un Decreto di ripartizione e liquidazione del sovracanone rivierasco."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco di Bolognano contro l'Enel per le inadempienze sulla ripartizione del sovracanone di energia idroelettrica: "Danno di oltre 200 mila euro"
IlPescara è in caricamento