Clima di paura in piazza Grue-Largo Baiocchi e in via Martiri Pennesi, decisi maggiori controlli

È quanto deciso al termine della riunione odierna, giovedì 11 giugno, in Prefettura del comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza nel quale sono stati portati i due casi dopo le denunce dei residenti

Saranno aumentati i controlli nelle zone di largo Baiocchi-piazza dei Grue e via Martiri Pennesi a Pescara.
È quanto deciso al termine della riunione odierna, giovedì 11 giugno, in Prefettura del comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza nel quale sono stati portati i due casi dopo le denunce dei residenti.

Chi vive da quelle parti segnala un clima di paura con residenti e negozianti vittime di gang o bande.

Per questo motivo le due zone diventano "sorvegliati speciali" ma non sono trapelati dettagli sui maggiori controlli che verranno eseguiti, come spiega Armando Foschi, presidente della commissione Sicurezza: «Il  comitato ha disposto il potenziamento della macchina dei controlli e l’istituzione di presidi fissi. I dettagli delle operazioni non sono trapelati, e riteniamo anche opportuna tale scelta, utile per consentire di smantellare eventuali e presunti traffici e per cogliere in flagranza qualunque fenomeno di disturbo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Presente alla riunione in Prefettura anche l'assessore delegato Adelchi Sulpizio. «Tra largo Baiocchi e piazza dei Grue», ricorda Foschi, «purtroppo si è già alzato il livello dello scontro se pensiamo che la scorsa settimana, subito dopo l’intervento-denuncia dei cittadini in commissione, per raccontare come si vive tra quelle case, tra schiamazzi e urla in piena notte, e presunti traffici di sostanze stupefacenti, si sono verificati tre gravissimi episodi di ritorsione: prima l’aggressione verbale a carico di un cittadino del posto che transitava con i suoi bambini, di cui i cittadini ci hanno inviato anche la registrazione audio; poi, nel cuore della notte, l’esplosione di due bombe carta; infine, al mattino, un residente che ha trovato la sua auto devastata dalla vernice spray con scritte oscene e le fiancate completamente rigate, praticamente una vettura da buttare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uno scambio di sguardi e c'è il colpo di fulmine, l'appello di una ragazza pescarese alla ricerca del suo principe azzurro

  • Gechi in casa: cosa fare e perché segnalarli al Wwf Abruzzo

  • Bambina di 6 anni con il nervo ottico infiammato ha bisogno urgente di una risonanza, ma manca il saturimetro amagnetico

  • Tre nuovi casi di Covid a Silvi: fra loro un'insegnante di una scuola di Montesilvano

  • Buoni fruttiferi postali prescritti, donna di Pescara recupera 8 mila euro: la decisione dell'arbitro bancario finanziario

  • Gli auguri di Pep Guardiola e Manuel Estiarte ad un commerciante di abbigliamento di Pescara [VIDEO]

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento