rotate-mobile
Politica

Cantieri e sicurezza sulla A14, Marsilio incontra il ministro Salvini: "Un tavolo tecnico con Autostrade per l'Italia per rimodularli"

Il presidente della Regione a Roma insieme al collega Francesco Acquaroli per chiedere anche di rivedere le norme che portano ad avere un eccesso di lavori sulle autostrade ribadendo l'importanza di realizzare la terza corsia

Per garantire la sicurezza in autostrada e in particolare lungo la A14 si guarda ad una rimodulazione dell'agenda dei tanti, troppi cantieri presenti. Un obiettivo che il ministero dei trasporti e delle infrastrutture guidato da Matteo Salvini, le Regioni Abruzzo e Marche con i rispettivi presidenti Marco Marsilio e Francesco Acquaroli e l'Aspi (Autostrade per l'Italia) intendono mettere nero su bianco sedendosi attorno da un tavolo tecnico.

Questo l'impegno preso al termine dell'incontro con lo stesso Salvini tenutosi al Mit e richiesto da Marsilio e Acquaroli sabato 4 febbraio quando proprio su quell'autostrada, all'altezza di Grottammare, a perdere la vita in un tragico incidente verificatosi nella galleria Castello dove proprio per un cantiere è stato istituito il senso unico alternato, a perdere la vita è stato l'avvocato e tennista paralimpico residente a Montesilvano Andrea Silvestrone con due dei suoi figli di 8 e 14 anni. Il terzo è attualmente ricoverato all'ospedale Le Torrette di Ancona.

Un impegno quello preso a Roma nel giorno in cui a Silvestrone e i suoi due piccoli, la comunità ha tributato l'ultimo saluto nella chiesa della Visitazione della beata Vergine Maria di via Carlo Alberto Dalla Chiesa.

“Alla presenza del ministro Salvini – fa infatti sapere Marsilio -, abbiamo oggi preso l’impegno di istituire un tavolo tecnico con Aspi e la struttura tecnica del ministero, con l’obiettivo di rimodulare l’agenda dei cantieri sulle nostre autostrade. E’ stato un incontro molto costruttivo, per garantire al più presto una soluzione di buon senso ai troppi cantieri autostradali, in particolare quelli dell’A14.”

“Ho inoltre chiesto al ministro di intervenire sul alcune norme che oggi ci costringono a fare troppi cantieri, tutti insieme, su tratte con traffico intenso – spiega il presidente -. Con il risultato che, per eliminare un rischio potenziale, si crea un rischio molto concreto che continua a produrre morti sulle nostre strade. Ringrazio il ministro Salvini per aver dato subito seguito alla mia precedente richiesta e quella del presidente delle Marche Acquaroli di affrontare al più presto il tema della pericolosità dell’A14 e più in generare della fragilità di questa importante infrastruttura autostradale che, servendo da collegamento per l’intera costa adriatica, ha urgentemente bisogno della realizzazione di una terza corsia. Dobbiamo infatti pretendere – conclude Marsilio - che anche l’Abruzzo possa usufruire di infrastrutture degne del ventunesimo secolo e che possa guardare al futuro con un sistema stradale e ferroviario capaci di sostenere il traffico e di permettere a cittadini e aziende di poter vivere e prosperare sul nostro territorio con lo stesso diritto di mobilità garantito sulla costa tirrenica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantieri e sicurezza sulla A14, Marsilio incontra il ministro Salvini: "Un tavolo tecnico con Autostrade per l'Italia per rimodularli"

IlPescara è in caricamento