rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Politica Centro

Sgombero mercatino etnico Pescara, il parere di Forza Nuova e di Maurizio Acerbo

Arrivano pareri profondamente discordanti in merito allo sgombero del mercatino etnico nell'area di risulta, che avverrà a breve da parte del Comune. Forza Nuova:"Vigileremo sullo sgombero", Acerbo: "Alessandrini caricatura di Salvini"

Come prevedibile ha scatenato reazioni discordanti la decisione dell'amministrazione comunale, di sfrattare definitivamente il mercato etnico nell'area di risulta.

Forza Nuova contesta anche la possibilità di trovare una location alternativa, che sta attualmente valutando il Comune: "E' inaudito che gli ambulanti dell'area di risulta chiedano un'alternativa al Comune, e mi chiedo con quale faccia tosta alcuni cittadini reclamino privilegi rispetto a chi paga regolarmente affitti commerciali e tasse, fra cui quelle locali. Si badi bene, non è una questione etnica, e lo ribadiamo: se fossero stati anche milanesi, napoletani, siciliani o tedeschi, il nostro disappunto sarebbe stato medesimo. Sappiamo che ci sono una dozzina di esercenti con regolari requisiti di licenza: possono chiedere la ricollocazione della propria attività nei mercati settimanali e rionali o, se lo desiderano, trovarsi un locale sfitto e sottoscrivere un normale contratto di locazione, secondo i termini previsti dalla legge.
Forza Nuova è un movimento politico fondato e sorretto sulla coerenza e sulla legalità e non tollererà soluzioni differenti da quelle ordinarie. Non intendiamo e non desideriamo assolutamente sostituirci alle forze di polizia ma siamo pronti a scendere in piazza con tutti gli italiani che, da sempre, hanno espresso il proprio diniego verso un'area urbana sfuggita al controllo diretto dello Stato per quasi vent'anni.
  "

Di parere opposto Maurizio Acerbo, esponente di Rifondazione Comunista: "Non me lo aspettavo da una persona della cultura e della storia di Alessandrini. I problemi si affrontano con civilta' e intelligenza, i senegalesi sono qui perche' ce li ha messi il Comune. Gia' il Pd e' una caricatura di Forza Italia, ma che Alessandrini voglia trasformarsi nella caricatura di Salvini non gli fa onore. E' assurdo che il Comune invece di andare avanti regredisca" ha dichiarato Acerbo, sottolineando come i senegalesi siano diventati il capro espiatorio dei problemi di vendite dei commercianti del centro, quando sono presenti tantissimi centri commerciali anche in città.

"Prima di dire che devono andare via dovrebbero provvedere ad individuare una collocazione alternativa. In passato i senegalesi andavano in giro a vendere su tutte le strade e fu il Comune a dire loro di andare nell'area di risulta. Se questa zona e' desolata - ha aggiunto - non e' certo colpa loro, non e' colpa dei senegalesi se Ferrovie ha deciso di chiudere la stazione di notte e i senzatetto ora dormono fuori. Una guerra tra poveri non ha senso. Il Comune ha il compito di organizzare i mercati in maniera civile." ha concluso Acerbo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgombero mercatino etnico Pescara, il parere di Forza Nuova e di Maurizio Acerbo

IlPescara è in caricamento