Politica

Settore Edilizia, Santavenere: “Preferiamo il silenzio operoso”

L'assessore difende il lavoro del settore Edilizia a Palazzo di Città e spiega che, dall'insediamento a oggi, si è "preferito il silenzio operoso ai proclami"

L’assessore comunale all’Edilizia, Sandra Santavenere, difende il lavoro del settore Edilizia a Palazzo di Città e spiega che, dall’insediamento a oggi, si è "preferito il silenzio operoso ai proclami, convinti che sia questa la strada da percorrere".

Tra le cose fatte, Santavenere annovera l'abolizione della Commissione Edilizia e la rielaborazione di tutte le procedure edilizie conseguenti al decreto Sblocca Italia, con la rimodulazione delle destinazioni d’uso e la predisposizione di nuova modulistica. 

Spazio, anche, all'introduzione della SCIA a sanatoria, presentata alla stampa nei giorni scorsi, che consentirà di regolarizzare situazioni edilizie di non particolare gravità.

"Se tutto ciò - conclude Santavenere - per chi ci ha preceduto è assordante silenzio, ci chiediamo che rumore abbiano prodotto cinque anni di amministrazione di centrodestra".

Anche sul personale "resta da capire quale sia stata la politica portata avanti da chi ci ha preceduto, visto che pur avendo la capacità finanziaria di assumere non ha investito in una dimensione così importante per la città qual è l’edilizia, né ha migliorato l’operato dell’Ente rendendo più efficiente l’organizzazione del lavoro attraverso professionalità specifiche".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Settore Edilizia, Santavenere: “Preferiamo il silenzio operoso”

IlPescara è in caricamento