Politica

Sequestrata l'autoambulanza dell'ospedale di Popoli: "E' troppo vecchia, uno scandalo"

Duro comunicato stampa del capogruppo regionale di Forza Italia, Lorenzo Sospiri, e del consigliere comunale Mario Lattanzio: "Uno scandalo che testimonia, per l’ennesima volta, l’assoluto abbandono in cui versa il nosocomio"

“Le Forze dell’Ordine sequestrano l’autoambulanza del servizio di emergenza dell’Ospedale di Popoli per vetustà del mezzo nel silenzio delle Istituzioni. È questa l’ultima vergogna determinata dalla Regione Abruzzo-matrigna del Governatore D’Alfonso, evidentemente troppo preso dalla campagna elettorale per occuparsi delle ‘quisquiglie’ abruzzesi, mettendo a rischio il diritto alla salute dei cittadini. Per sopperire all’assenza e non rischiare una denuncia per interruzione di pubblico servizio, la Direzione Generale della Asl di Pescara si è limitata ad affidare la copertura del servizio d’emergenza alla Croce Rossa di Popoli, dunque a un soggetto esterno, lasciando così senza occupazione i sette autisti del 118 che, appunto, si occupavano dell’emergenza”.

Lo hanno annunciato il capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo, Lorenzo Sospiri, e il consigliere comunale di Popoli, Mario Lattanzio, ufficializzando l’accaduto.

"Uno scandalo che testimonia, per l’ennesima volta, l’assoluto abbandono in cui versa l’ospedale di Popoli, nonostante quella moratoria al Decreto Lorenzin che ha slittato al 2021 la paventata chiusura del nosocomio. Nella realtà la Regione e la Asl stanno svuotando i reparti, fuori i medici, fuori gli infermieri, nessuna sostituzione dei pensionati, ora fuori anche l’autoambulanza dell’emergenza, con il fin troppo evidente machiavellico obiettivo di dimostrare al Governo che di fatto il nostro nosocomio è già in agonia, tanto da giustificarne lo smantellamento. E noi non lo permetteremo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrata l'autoambulanza dell'ospedale di Popoli: "E' troppo vecchia, uno scandalo"

IlPescara è in caricamento