menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bussi, Rifondazione Comunista: "Bocciati il ministro Costa e il M5S che lo ha difeso"

Il segretario nazionale Maurizio Acerbo e il segretario provinciale Corrado Di Sante intervengono dopo che il Tar ha dichiarato illegittimo l'annullamento d'ufficio con cui il ministero dell'ambiente aveva azzerato la gara di appalto

Il segretario nazionale di Rifondazione Comunista Maurizio Acerbo e il segretario provinciale Corrado Di Sante intervengono dopo che il Tar ha dichiarato illegittimo l'annullamento d'ufficio con cui il ministero dell'ambiente aveva azzerato la gara di appalto sull'area delle discariche abusive a nord dello stabilimento di Bussi.

"Il Tar ha fortunatamente bocciato il ministro Costa, che ha dimostrato incompetenza e protervia - si legge in una nota congiunta - Invece di ascoltare il Comune di Bussi, gli altri enti territoriali e gli ambientalisti, ha dato retta ai suoi dirigenti. Lo hanno aiutato a sbagliare i 5 stelle abruzzesi, o almeno la consigliera Sara Marcozzi, che si è schierata in difesa del ministro. Ora il ministro la smetta e ascolti chi sul territorio fa da tanti anni battaglie ambientaliste. Non faccia perdere altro tempo a una comunità che esige bonifica. Ringraziamo il compagno Salvatore La Gatta per la resistenza che sta dimostrando da anni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento