rotate-mobile
Politica

Sel: "Il Comune di Pescara sia un "palazzo di vetro"

I consiglieri Daniela Santroni e Ivano Martelli intervengono sul tema caldo di queste ore, ma precisano: "Non prendiamo né abbiamo preso alcuna distanza dal sindaco"

Il Comune di Pescara deve essere "un palazzo di vetro". La citta' "ha bisogno di efficienza, trasparenza e partecipazione e non di strumentalizzazioni politiche". Lo scrivono in una nota i consiglieri comunali di Sel Daniela Santroni e Ivano Martelli.

"La vicenda dell'ordinanza di balneazione - affermano - ha incrinato, a prescindere dal procedimento giudiziario e dal merito, il rapporto di fiducia con i cittadini che, a nostro avviso, deve preoccupare e interessare la maggioranza di governo, le forze politiche, la giunta, i consiglieri. E quindi, pur non avendo alcuna responsabilita' diretta o indiretta, riteniamo l'accaduto un insieme di leggerezze che hanno procurato un danno all'immagine della Citta'. Per questo sentendo, anche sulle nostre spalle, il peso della responsabilita' politica, chiediamo, per primi scusa ai cittadini e ci impegniamo sin da ora affinche' errori simili non abbiano piu' a ripetersi. Quanto e' successo è stato il frutto di errori che coinvolgono la responsabilita' politica dell'amministrazione e l'inadeguatezza della macchina amministrativa che non possono piu' essere tollerate".

"UN CAMBIO DI PASSO IMMEDIATO" - L'amministrazione, secondo Sel, "ha bisogno di un cambio di passo immediato, prioritariamente in termini di efficienza, trasparenza e partecipazione. Siamo convinti che con la collaborazione, il confronto diretto e il controllo dei cittadini sulla 'cosa pubblica' si possano avere i giusti stimoli per migliorare il governo della citta'. Per questo nei prossimi giorni presenteremo alla giunta e a tutta la cittadinanza un piano di azione 'Pescara 2.0' che metta al centro il cittadino, la presa in carico dei suo bisogni, la possibilita' di dialogare e confrontarsi quotidianamente con la pubblica amministrazione con facilita' di accesso e tempi certi. Il palazzo di citta' deve diventare un 'palazzo di vetro' attraversabile e attraversato dalla cittadinanza, questo sara' il nostro obiettivo e il nostro piano di lavoro per i prossimi mesi".

"NO AL TEATRINO DELLA POLITICA" - "Abbiamo bisogno di un cambio di passo concreto - ribadiscono Santroni e Martelli - e non mediato dal teatrino della politica a cui assistiamo negli ultimi mesi, fatto di strumentalizzazioni quotidiane e ripetute da parte di chi ha dilapidato le casse della citta' in passato o di chi si ritiene unico interlocutore dei cittadini, il cui unico obiettivo e' quello di ribaltare l'esito del voto democratico. Con il sindaco e tutta la maggioranza  siamo convinti che, insieme, riusciremo a rilanciare l'attivita' di governo e a fare di Pescara una citta' sempre piu' trasparente e vicina ai cittadini".

"NESSUNA PRESA DI DISTANZA DA ALESSANDRINI" - Tuttavia, dopo qualche ora Sel si è vista costretta a inviare un secondo comunicato, nel quale si legge: "Viste le interpretazioni giornalistiche del nostro comunicato stampa, ci preme precisare che il gruppo Sel del Comune di Pescara non prende, né ha preso alcuna distanza dal sindaco Marco Alessandrini. Ribadiamo la nostra fiducia nell’Amministrazione e nel suo operato. Il nostro intento è quello di assumerci le nostre responsabilità collettivamente e dare il nostro contributo per rilanciare tutti insieme l’attività amministrativa su tre punti: efficienza, trasparenza e partecipazione. Non ci appassionano, né ci interessano polemiche e strumentalizzazioni politiche atte a creare finte spaccature e immaginarie divisioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sel: "Il Comune di Pescara sia un "palazzo di vetro"

IlPescara è in caricamento