rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Politica

L'annuncio dell'assessore Seccia: "Fondi dal Governo per le sofferenze finanziarie del Comune"

L'assessore comunale parla di un risultato straordinario che rivendica con orgoglio assieme a tutta l'amministrazione Masci

Il Governo ha inserito Pescara fra le otto città a cui sarà concesso un contributo economico complessivo di 22,5 milioni per far fronte alle sofferenze di bilancio. Lo ha fatto sapere l'assessore comunale Eugenio Seccia parlando di un risultato straordinario che l'amministrazione comunale rivendica con orgoglio, tornando sulle polemiche e gli attacchi subiti dall'amministrazione Masci in questi mesi da parte dell'opposizione:

"Dopo mesi di attacchi irresponsabili sulla situazione di bilancio del Comune rivolti al sindaco e all'assessore da chi invece avrebbe dovuto fare mea culpa, sono molto felice oggi di annunciare alla comunità pescarese che dalla Conferenza Stato-Città è emersa la soluzione che stavano aspettando e per la quale abbiamo quotidianamente lavorato in questi ultimi due mesi. È  alla firma del ministro dell’Interno il provvedimento che assegna all’amministrazione adriatica la quota di maggior rilievo del contributo complessivo disponibile, di 22,6 milioni di euro, destinato a otto città italiane e tra queste Pescara risulta essere la località demograficamente più grande "

In questo modo, il Comune potrà superare le sofferenze finanziarie indotte dalla sentenza della corte costituzionale.

"Il ministero dell’economia e finanze aveva imposto al Comune di Pescara la restituzione in dieci anni, in luogo dei 30 precedentemente stabiliti, del prestito di 33 milioni concesso nel 2015 all’amministrazione Alessandrini. Una modifica delle scadenze frutto della stessa sentenza 18, che era piombata sui conti comunali come un fulmine a ciel sereno. L’intensa attività condotta per trovare una soluzione alla difficile situazione venutasi a creare sotto il profilo finanziario ha dunque trovato una rilevante via d’uscita."

Seccia ha ribadito che il rischio più grande era quello di non poter garantire tutti i servizi che soprattutto adesso, a causa della sofferenza internazionale e dell'incremento dei costi di energia e materiali, avrebbe esposto l'ente a un forte rallentamento dell’attività amministrativa

"Sono molto dunque molto felice per l’esito favorevole di questa complicata vicenda e dell’impegno condiviso con il sindaco Masci che ringrazio per le parole che ha usato nei miei confronti". L'assessore ha precisato che ora non resta che attendere la firma del ministro, attesa a giorni, che consentirà di rimodulare, attraverso una variazione di bilancio, la gestione contabile e finanziaria andando anche a restituire il maggior onere richiesto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'annuncio dell'assessore Seccia: "Fondi dal Governo per le sofferenze finanziarie del Comune"

IlPescara è in caricamento