rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica

Scrutatori referendum, il M5S insiste: "Serve il sorteggio, stop a spartizioni politiche"

I consiglieri del M5S di Pescara hanno presentato un'ordine del giorno che verrà discusso il prossimo 24 novembre durante il consiglio comunale per cambiare il regolamento riguardante la scelta degli scrutatori

Passare al sistema del sorteggio fra i disoccupati o comunque fra le persone con difficoltà economiche, garantendo pari possibilità di accesso e rotazione costante.

I consiglieri comunali del M5S hanno le idee chiare in merito alla questione della scelta degli scrutatori, al centro di numerose polemiche in questi giorni dopo le notizie riguardanti il sistema ormai collaudato che vige in Comune e che prevede una vera e propria sorta di spartizione degli scrutatori fra i consiglieri comunali.

Secondo i consiglieri pentastellati, supportati dai parlamentari Vacca e Colletti, il 24 novembre il consiglio comunale dovrà votare a favore dell'ordine del giorno proposti dal M5S riguardante la modifica del regolamento relativo agli scrutatori.

BUFERA SULLA SCELTA DEGLI SCRUTATORI

Il criterio di scelta dovrà dunque prevede un sorteggio fra persone disoccupate, inoccupate, under 30 senza reddito e sussidi e persone con famiglie a carico a basso reddito.

"Serve trasparenza, stop a sistemi clientelari" ha dichiarato il capogruppo al comune Sabatini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scrutatori referendum, il M5S insiste: "Serve il sorteggio, stop a spartizioni politiche"

IlPescara è in caricamento