rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica

Sciopero dei mezzi Tua, presidio a Pescara: il bilancio

Grande partecipazione alla mobilitazione di 24 ore proclamata da due sigle sindacali. Parla Michele Giuliani del sindacato OR.S.A.: "Mancano la manutenzione dei veicoli e la sicurezza per i dipendenti"

Scarsa manutenzione dei veicoli a scapito degli utenti, caos nell'organizzazione del lavoro con dipendenti che solo il giorno prima possono conoscere il proprio turno, carenze igieniche nei depositi: sono solo alcune delle ragioni alla base dello sciopero di 24 ore del personale Tua Spa proclamato ieri dalla segreteria regionale Abruzzo OR.S.A. Trasporti-AutoFerroTPL, organizzazione Sindacati Autonomi e di Base, e da Filt Cgil.

"In base a stanziamenti a livello nazionale per il parco mezzi, l'azienda rinnoverà il proprio in 4 anni e da fine anno l'Abruzzo avrà 50 nuovi bus - dice Michele Giuliani di OR.S.A. - ma persistono problemi nella manutenzione, legati a lacune di gestioni passate dove si preferiva esternalizzare. A Pescara c'è un deposito con un solo bagno per 140 dipendenti. Alcune officine in passato sono state chiuse per carenza di sicurezza; inoltre, autisti dei mezzi e bigliettai sono spesso vittime di aggressioni".

Fino alle 12:30 si è tenuto un presidio nel piazzale antistante la Direzione Generale Tua a Pescara.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero dei mezzi Tua, presidio a Pescara: il bilancio

IlPescara è in caricamento