rotate-mobile
Politica

Rampigna sospeso tra riqualificazione e parco archeologico, Giampietro (Pd): "Il Comune chiarisca che vuole fare"

A chiederlo è Piero Giampietro, consigliere comunale del Pd e presidente della commissione Controllo e Garanzia

Il Comune di Pescara chiarisca in modo definitivo che cosa vuol fare dell'area dell'ex campo Rampigna alla luce delle scoperte fatte tramite gli scavi sotto al vecchio terreno di gioco.
A chiederlo è Piero Giampietro, consigliere comunale del Pd e presidente della commissione Controllo e Garanzia.

La richiesta di Giampietro arriva dopo la seduta della commissione di ieri, giovedì 25 giugno, che aveva per argomento proprio il caso del Rampigna.

«È giunto il momento di prendere una decisione sul futuro dell'area dell'ex campo Rampigna», dice Giampietro, «i primi scavi, tecnicamente definiti "saggi", si sono conclusi, ma c'è una intera città in attesa di capire se si continuerà con il progetto del campo sportivo o se si sceglierà il progetto del parco archeologico o comunque di ricerca e studio su quel che è custodito sotto l'ex campo sportivo. Personalmente ritengo necessario percorrere questa seconda strada con decisione e celerità».

Nel corso della commissione è stato ascoltato il responsabile del procedimento del progetto di riqualificazione del campo sportivo, Angelo Giuliante. È emerso che gli scavi sono stati circa 15, e hanno portato alla luce resti di strutture murarie, tombe e oggetti antichi sulla cui rilevanza archeologica è attesa a giorni una relazione specialistica. Il costo dei primi sopralluoghi si aggira sui 20 mila euro, mentre l'azienda che si è aggiudicata l'appalto del campo sportivo è in attesa della stipula del contratto.

«In questo frangente nessun atto è stato prodotto dalla giunta», aggiunge Giampietro, «con il rischio di esporre il Comune a incorrere nel danno erariale. È necessario prendere invece una decisione coraggiosa e in tempi rapidi: credo che la nostra generazione non debba commettere gli stessi errori del passato, perché la storia non va interrata, ma studiata, approfondita e divulgata. E Pescara non deve cancellare il suo passato».
Il tema relativo al futuro del Rampigna verrà discusso lunedì in consiglio comunale visto che Giampietro ha presentato una interrogazione in aula: «Chiedo all'amministrazione di sapere quale sia la sua intenzione e se non ritenga opportuno sospendere l'esecuzione del progetto di riqualificazione del campo Rampigna, e se la Giunta non ritenga necessario, alla luce dei rinvenimenti, ripensare l’intero progetto di riqualificazione del Campo Rampigna, prevedendo invece al suo posto una campagna di scavi e la realizzazione di un parco storico-archeologico». 

Il progetto di riqualificazione a fini sportivi del Rampigna prevede un intervento da 600 mila euro di fondi comunali. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rampigna sospeso tra riqualificazione e parco archeologico, Giampietro (Pd): "Il Comune chiarisca che vuole fare"

IlPescara è in caricamento