rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Politica Portanuova / Via della Fornace Bizzarri

Santilli sul nuovo asilo in via Fornace Bizzarri al posto del parco: "Impossibile modificare il progetto, ci sarà un'altra area verde"

Abbiamo contattato il vicesindaco di Pescara ed assessore Gianni Santilli sulla vicenda del progetto del nuovo asilo in via della Fornace Bizzarri che cancellerà un parco pubblico esistente

Il nuovo asilo sarà collocato come previsto dal progetto, in quanto è l'unica soluzione possibile in quella zona. Abbiamo contattato il vicesindaco e assessore comunale di Pescara Gianni Santilli, in merito alla vicenda della protesta di un gruppo di mamme e residenti di via della Fornace Bizzari a San Donato. Da giorni, il comitato chiede che venga cambiato il progetto riguardante il nuovo asilo comunale, la cui costruzione porterà all'eliminazione di un parco pubblico molto frequentato e apprezzato proprio dalle centinaia di famiglie che vivono in quella zona.

Santilli ci ha spiegato di aver ricevuto personalmente, e in separata sede anche il sindaco Masci, alcuni rappresentanti del comitato di protesta in municipio per discutere proprio del progetto del nuovo asilo:

"Come spiegato ai cittadini che ho ricevuto negli uffici comunali, abbiamo cercato in tutti i modi altre possibili soluzioni in quella zona per ubicare il nuovo asilo (già finanziato per oltre 1,4 milioni di euro con fondi Pnrr) in un'altra collocazione limitrofa. Gli uffici tecnici hanno studiato tutte le possibili aree limitrofe ma nessuna è idonea per questo tipo di progetto. Non solo, abbiamo anche provato a contattare il parroco della chiesa evangelica che attualmente è locataria del terreno inutilizzato vicino al parco, e che gli stessi membri del comitato avevano proposto come soluzione alternativa. Purtroppo non abbiamo trovato disponibilità quindi anche quella soluzione è scata scartata definitivamente".

Il vicesindaco poi ha aggiunto che comunque l'amministrazione comunale si è impegnata per cercare di ridurre al minimo l'impatto del progetto sul parco attualmente presente, riducendo al minimo l'abbattimento degli alberi:

"Ho personalmente chiesto ai progettisti di cercare di abbattere il minor numero possibile di piante e di contenere ove possibile la rimozione dello spazio verde. Il progetto comunque andrà avanti anche perchè non vogliamo perdere i circa 200 mila euro di finanziamento che potremo ottenere entro la fine dell'anno. Garantiamo, come amministrazione comunale, che comunque verrà individuato e realizzato un altro parco pubblico nella zona a disposizione di quei residenti. L'impegno di questa amministrazione, come dimostrato fino ad ora, è quello di potenziare e tutelare il verde pubblico, e su questa linea agiremo anche nella zona di via Fornace Bizzarri".

Ricordiamo che il comitato dei residenti ha attivato una raccolta firme (sono circa 500 quelle già ottenute), ha annunciato battaglia, parlando di possibili alternative anche sfruttando le molte aule e spazi vuoti negli asili e nelle strutture scolastiche della zona. Sabato 19 novembre dalle 11, proprio nel parco in via della Fornace Bizzarri, ci sarà un sit- in di protesta durante il quale si potrà anche firmare la petizione contro la cancellazione del parco.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santilli sul nuovo asilo in via Fornace Bizzarri al posto del parco: "Impossibile modificare il progetto, ci sarà un'altra area verde"

IlPescara è in caricamento