rotate-mobile
Politica

Santilli replica al consigliere regionale Blasioli sui fondi per i libri di testo: "Nessun ritardo, il bando del Comune è pronto"

Il vicesindaco e assessore comunale parla di solite dichiarazioni fuorvianti al limite della fake news dal consigliere del Pd in merito alla questione dei fondi da assegnare per il rimborso dei libri scolastici

Dichiarazioni senza fodnamento quelle fatte dal consigliere Blasioli sui presunti ritardi per i rimborsi dei libri di testo. A dirlo il vicesindaco e assessore comunale Gianni Santilli, che replica alle dichiarazioni del consigliere regionale del Partito Democratico che segnalava l'assenza di qualsiasi informazione per il bando comunale, necessario per ottenere i rimborsi:

"Si tratta del consueto “fuoripista” dell’esponente del Pd, il quale ha dato vita al solito improvvido tentativo di spoileraggio di una notizia che ad horas, come è puntualmente avvenuto nella giornata di ieri, avrebbe dispiegato - con una delibera di Giunta Regionale - anche nella città di Pescara i suoi effetti con la ripartizione dei fondi. La delibera regionale era ed è assolutamente propedeutica alla pubblicazione del bando del Comune di Pescara, proprio perché in quell’atto vengono determinate, oltre alla ripartizione delle risorse, i tetti di spesa in base all’Isee. Già da questo si evince chiaramente come certe esternazioni siano da annoverare tra le fake-news e, soprattutto, colui o coloro che le propalano vadano accomunati alla categoria dei mistificatori"

Secondo Santilli, non è vero che alcuni Comuni avevano già pubblicato bandi e avvisi senza l'atto propedeutico della Regione:

"Ci si dice che avremmo dovuto emulare la celerità d’azione di questi Comuni. Io affermo, al contrario, che il Comune di Pescara continuerà a rispettare la regolarità delle procedure nel rispetto delle norme e delle competenze della Regione Il provvedimento della Regione interviene annualmente a sostenere le famiglie, cosa oggi ancor più importante in una fase storica di generale difficoltà economica. Prevede, scendendo nel dettaglio, un intervento finanziario di 2,6 milioni per la fornitura di libri di testo per la scuola dell’obbligo (scuola secondaria di primo grado e primi due anni della scuola secondaria di secondo grado);  e 900mila circa sono destinati invece agli studenti del triennio."

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santilli replica al consigliere regionale Blasioli sui fondi per i libri di testo: "Nessun ritardo, il bando del Comune è pronto"

IlPescara è in caricamento