Politica

Sandra Santavenere contro tutti: "Il sindaco Alessandrini non ha saputo tutelarmi"

L'ex assessore, all'indomani del suo defenestramento ufficiale, attacca il primo cittadino e il Partito Democratico, parlando di "spifferi e spifferini che hanno portato a questo risultato". E annuncia: "Non lascerò la politica"

Il giorno dopo l'ufficializzazione dei tre nuovi assessori che hanno preso il posto di Veronica Teodoro, Adelchi Sulpizio e Sandra Santavenere, quest'ultima ha voluto tenere una conferenza stampa per dire la sua sul defenestramento subìto. La Santavenere non ci sta e attacca tutti: dal sindaco Marco Alessandrini al Partito Democratico, annunciando però che non lascerà la politica e continuerà il suo percorso anche dopo essere uscita dal consiglio comunale.

"Sin dal momento dopo il voto, in cui ho riportato più di 1.000 preferenze - ha spiegato oggi l'ex assessore - qualcuno ha osteggiato il mio ingresso in giunta e ha voluto interferire nell'attività di governo con giochi e giochini, punzecchiando il sindaco, che non ha saputo tutelarmi. Queste correnti e controcorrenti, spifferi e spifferini, hanno portato a questo 'bel' risultato".

In merito al rapporto con i suoi elettori, Sandra Santavenere ha detto di non aver mai interrotto quel fil rouge che la lega a chi l'ha voluta a Palazzo di Città:

"In questi due anni ho avuto contatti con tante realtà di Pescara perche' comunque sono sempre stata attiva nel sociale. Ho incontrato tanta bella gente che in questi giorni mi ha dimostrato vicinanza e mi sta dando la forza di continuare. Il mio impegno sociale, e il mio essere accanto alle persone, continueranno così come io ho sempre fatto".

Infine una stoccata al Pd: "Non mi riconosco in questo partito perchè questo partito, così, non andrà molto lontano”. La rottura, insomma, sembra insanabile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sandra Santavenere contro tutti: "Il sindaco Alessandrini non ha saputo tutelarmi"

IlPescara è in caricamento