menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rumore in città, Del Trecco annuncia: "Entro due mesi la zonizzazione acustica di Pescara"

Dopo le polemiche dei giorni scorsi riguardanti l'inquinamento acustico, l'assessore Isabella Del Trecco ha annunciato oggi l'avvio, entro due mesi, del primo piano di "zonizzazione acustica" della città, che permetterà di fissare i livelli massimi di rumore per ogni quartiere ed operare i necessari interventi

Entro due mesi Pescara avrà il suo piano di "zonizzazione acustica". In pratica, verrà effettuato uno studio analitico che permetterà di stabilire e fissare i livelli massimi di rumore per ogni zona della città, ed eseguire i necessari interventi.

Lo ha annunciato l'assessore Isabella Del Trecco, dopo che nei giorni scorsi erano state sollevate numerose polemiche sia da parte dell'opposizione che dagli stessi cittadini in merito all'inquinamento acustico in città ed ai mancati controlli fonometrici.

  Ogni zona della città ha esigenze diverse in base alla propria vocazione  
"Entro 60 giorni Pescara avrà il suo primo Piano di zonizzazione acustica, che ci permetterà di fissare in modo inequivocabile i limiti di rumorosità per ogni area della città. Gli uffici tecnici comunali stanno già predisponendo la documentazione cartacea che dovremo consegnare alla ditta che a giorni si aggiudicherà in via definitiva l’appalto e che avrà un termine inderogabile da rispettare: due mesi per dare alla città lo strumento urbanistico per condurre un’adeguata lotta contro l’inquinamento acustico, senza la necessità di affidarci, com’è accaduto negli ultimi sei anni, a ordinanze e provvedimenti dettati da denunce o lamentele di quartiere" ha dichiarato la Del Trecco.

L'assessore prosegue ricordando come ogni zona della città abbia delle esigenze diverse e dei livelli da stabilire in base alle principali attività che vengono svolte, sia di notte che di giorno.

"Il lungomare, la zona dell'Ospedale, il centro storico e la zona industriale sono realtà profondamente diverse fra loro, come è emerso dagli stessi sopralluoghi e rilievi dei nostri tecnici. Per ogni zona quindi saranno stabiliti dei criteri da rispettare. Di questo si occuperà l'azienda alla quale affideremo l'appalto dello studio. Successivamente, si passerà alla fase operativa, per compiere interventi efficaci e mirati in ogni zona a seconda della sua vocazione, se residenziale o industriale" prosegue l'assessore.

"Sicuramente oggi possiamo contare su una classe imprenditoriale più matura che negli anni ha saputo dotarsi di quegli impianti capaci di ridurre le emissioni rumorose prodotte nei locali di intrattenimento: prova ne sono stati i controlli fonometrici effettuati nel corso dell’estate e che in un unico caso, in una sola sera, hanno determinato la sanzione di uno stabilimento balneare che aveva superato i limiti di legge. In due mesi faremo ciò che in sei anni gli amministratori di centro sinistra avrebbero dovuto fare".

Attendere un istante: stiamo caricando il sondaggio...

Pescara è davvero una città troppo rumorosa?



Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento