Politica Abbateggio

Stanziati 865 mila euro per la messa in sicurezza e recupero delle storiche miniere di Abbateggio e della Majella

Questa mattina i consiglieri regionali Pd Blasioli e Paolucci, l'ex presidente della provincia Di Marco ed il sindaco di Abbateggio hanno presentato il progetto di riqualificazione dell'imbocco Pilone

Riqualificare e mettere in sicurezza l'imbocco Pilone nel comune di Abbateggio e tutto il sistema delle antiche miniere della Majella, rendendolo un sito di attrazione turistica, storica ed archeologica fra i più importanti d'Abruzzo. È questo l'obiettivo del progetto che prevede lo stanziamento di 865 mila euro per la riqualificazione, e presentato questa mattina dai consiglieri regionali del Pd Silvio Paolucci e Antonio Blasioli, da Antonio Di Marco (già sindaco di Abbateggio e presidente della Provincia di Pescara) e dal sindaco di Abbateggio Gabriele Di Pierdomenico e l’avvocato Matteo Di Tonno.

La Majella è una delle più grandi miniere d'Italia, sottolinea il consigliere Blasioli, e le prime tracce di sfruttamento sono del 4700 ac:

Tra l’800 e il 900, piccoli imprenditori locali prima e Sama s.r.l. poi, portarono avanti questa attività estrattiva di bitume che arrivò a dare lavoro a 4000 donne e uomini e che ci ha lasciato un museo a cielo aperto di storia del lavoro in Abruzzo. Negli anni 60 il materiale estratto da queste miniere di Abbateggio, Roccamorice, San Valentino, Manoppello, Lettomanoppello e Scafa era il 40% dell’estratto italiano.

Quegli splendidi scenari naturalistici fatti di gallerie, teleferiche e binari non sono fruibili per la mancanza di sicurezza, ma dopo i lavori potranno essere una riscoperta delle montagne e della nostra storia evidenzia Blasioli. Di Marco e Di Tonno:

“Nel 2012 Sama srl chiede la riduzione della superficie di sfruttamento di quelle miniere e anche delle miniere di località Pilone, che si trova integralmente nel Comune di Abbateggio. Emesso il provvedimento regionale, Abbateggio decise di opporsi per il mancato rispetto di quanto previsto dal regio decreto 1443/1927 e cioè il ripristino e la messa in sicurezza. Dopo anni di battaglie e tanti ricorsi, finalmente il Consiglio di Stato si è espresso in favore del Comune di Abbateggio, riconoscendo la vittoria di Davide contro il colosso Golia”.

Il sindaco Di Pierdomenico auspica che il sito sia messo in sicurezza quanto prima e che davvero possa diventare un attrattore turistico e culturale per il territorio, mentre Paolucci e Blasioli hanno aggiunto che il gruppo regionale Pd andrà avanti per leggere le carte riguardanti il completo disimpegno del soggetto privato che invece era tenuto alla messa in sicurezza e dunque la Regione non dovrebbe sopportare tutti i costi per l'ìntervento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stanziati 865 mila euro per la messa in sicurezza e recupero delle storiche miniere di Abbateggio e della Majella

IlPescara è in caricamento