Politica

Sospiri: “Dalla riqualificazione delle aree di risulta riparte il futuro di Pescara”

Sono 13 ettari che, per la fine del 2022, vedranno l’apertura formale del cantiere, con i lavori da completare entro tre anni, dunque entro il 2025. Ecco le parole del presidente del consiglio regionale

Il presidente del consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, è intervenuto stamane in videocollegamento alla presentazione dell’avvio dell’iter esecutivo per la riqualificazione delle aree di risulta. Parliamo di 13 ettari che, per la fine del 2022, vedranno l’apertura formale del cantiere, con i lavori da completare entro tre anni, dunque entro il 2025. 

“Dalla riqualificazione delle aree di risulta dell’ex stazione ferroviaria riparte il futuro di Pescara che è la locomotiva economica dell’Abruzzo - ha detto Sospiri - Più verde, più parcheggi, più attrattori turistici, culturali e commerciali saranno la carta vincente che ci permetteranno di dare un volto e un’identità a un vuoto urbano di rilevanza strategica per tutta la regione, a partire dall’area costiera, grazie al sostegno della Regione Abruzzo con il governatore Marco Marsilio al quale va il ringraziamento della città adriatica”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospiri: “Dalla riqualificazione delle aree di risulta riparte il futuro di Pescara”

IlPescara è in caricamento