Politica

Rimossi dal Comune altri 500 quintali di alghe lungo le spiaggie cittadine

Gli operai di Ambiente Spa nella nottata hanno eseguito una nuova operazione di pulizia dalle alghe operando anche la bonifica delle zone dove ci sono stati i festeggiamenti per la vittoria dell'Europeo di calcio

Rimossi altri 500 quintali di alghe lungo le spiagge di Pescara, dagli operai di Ambiente Spa che hanno messo su una vera e propria task force per combattere l'accumulo delle alghe la cui proliferazione è causata dalle alte temperature che ormai caratterizzano il nostro territorio da diverse settimane. Lo ha fatto sapere l'assessore Del Trecco, aggiungendo che nell'ultima notte si sono aggiunti anche gli interventi di pulizia delle piazze e strade dove ci sono stati i festeggiamenti per la vittoria dell'Europeo di calcio.

Il fenomeno delle alghe, ha ricordato l'assessore, è completamente naturale e si verifica in particolari condizioni climatiche, quando le temperature restano particolarmente elevate anche di notte

"Avevamo bonificato e rimosso tutte le alghe, poi nel pomeriggio di ieri il fenomeno è ripreso con una nuova esplosione su tutta la costa adriatica, non solo a Pescara ovviamente, con la bassa marea notturna che ha favorito lo spiaggiamento delle alghe. Dalla mezzanotte Ambiente Spa è di nuovo scesa in campo con mezzi, personale e attrezzature e sta completando, ancora oggi, la rimozione della marea verde su tutta la battigia. Sino a questo momento sono stati raccolti e rimossi 500 quintali di alghe.

Ovviamente il tour de force dedicato alla problematica proseguirà anche domani, con turni già organizzati per il personale, e con l’arrivo di ulteriori ditte esterne, il nostro obiettivo è quello di rendere la nostra spiaggia pienamente fruibile, specie in questi giorni quando stiamo assistendo al ritorno dei turisti, ma ci rendiamo anche conto di combattere una guerra impari contro il meteo visto che, con la permanenza del caldo e l’assenza di perturbazioni, le alghe continueranno a fiorire e a  morire sul litorale, dove è fondamentale la loro tempestiva rimozione per non lasciarle macerare sotto il caldo, per evitare miasmi oltre che uno spettacolo che, ribadisco, pur non essendo affatto pericoloso per la salute umana, comunque non è bello da vedere."

L'assessore chiede massima collaborazione ai balneatori, per segnalare in tempo reale situazioni di emergenza su specifici tratti di spiaggia per organizzare al meglio il lavoro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimossi dal Comune altri 500 quintali di alghe lungo le spiaggie cittadine

IlPescara è in caricamento