rotate-mobile
Politica

Polemiche e ricorsi per la nomina del comandante Palestini, ma Masci si difende: "Regole rispettate, è la scelta migliore"

Il primo cittadino interviene in merito alle polemiche sollevate da due candidati esclusi dalla nomina per il nuovo comandante della polizia municipale

Nessuna irregolarità amministrativa per la nomina di Danilo Palestini. Il sindaco di Pescara Carlo Masci interviene in merito alle polemiche sollevate da due candidati esclusi che annunciano ricorsi giudiziari per il mancato rispetto di un requisito per la scelta del nuovo comandante della polizia municipale di Pescara.

PALESTINI NUOVO COMANDANTE DELLA MUNICIPALE

In particolare, il sindaco avrebbe potuto scegliere soltanto candidati che per almeno cinque anni avevano già avuto un incarico di comandante della polizia municipale. Ma il primo cittadino ha commentato su Facebook la vicenda, sottolineando come, al netto delle questioni amministrative di competenze del dirigente comunale di settore, è sicuro che la sua scelta sia stata legittima sotto tutti i punti di vista:

Al netto delle questioni amministrative di competenza del dirigente del Personale, di cui peraltro mi fido pienamente, sia chiaro a tutti che nessuno può venire, per di più da fuori Pescara, a dirmi chi devo scegliere come comandante della Polizia Municipale. Ho scelto Danilo Palestini, l'ho scelto per la competenza, la professionalità, la passione, l'impegno, la conoscenza del territorio e delle sue criticità, la disponibilità totale e l'amore per la città. Punto! Adesso, senza troppi giri di parole e fronzoli, continuiamo a lavorare per rendere Pescara più vivibile e più sicura

L'ufficializzazione della nomina di Palestini è avvenuta nei giorni scorsi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemiche e ricorsi per la nomina del comandante Palestini, ma Masci si difende: "Regole rispettate, è la scelta migliore"

IlPescara è in caricamento