rotate-mobile
Politica Via Raiale

Riattivazione del cementificio, D'Alfonso dice no "a petto nudo"

Il governatore prende nettamente posizione sulla vicenda: "Siamo contrari al riuso industriale, la nuova area si chiamerà 'Decementa', uno spazio giacimento a favore della qualità della vita di Pescara"

"Scendo a petto nudo a dire quello che pensa il territorio. Diciamo no alla riattivazione industriale del cementificio. Diciamo no anche ai morsi urbanistici per quanto riguarda quell'area perché Pescara ha già dato. Quello è uno spazio giacimento a favore della qualità della vita di Pescara, dei suoi bambini, delle famiglie. Pensiamo ad un'area che si chiamerà 'Decementa'. La nuova Pescara dovrà vedere quell'opera come il primo investimento a favore della qualità della vita".

Lo afferma il governatore Luciano D'Alfonso con una netta presa di posizione sulla vicenda del cementificio di via Raiale. Il punto della situazione è stato fatto oggi da D'Alfonso, il sindaco Marco Alessandrini, il presidente della Provincia, Antonio Di Marco, rappresentanti dell'Arta e della Asl. Il presidente della Regione Abruzzo ha annunciato che a breve esprimerà la contrarietà del territorio al riutilizzo industriale della struttura in una lettera indirizzata al Commissario delegato dal Tribunale di Roma per la vendita del cementificio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riattivazione del cementificio, D'Alfonso dice no "a petto nudo"

IlPescara è in caricamento