menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riapertura scuole, il sindaco Masci: "Deciderò dopo l'ultimo incontro con gli esperti"

Il primo cittadino spiega che deciderà l'eventuale proroga della didattica a distanza dopo la relazione della Asl oggi, lunedì 15 febbraio

Il sindaco di Pescara, Carlo Masci, deciderà solo nella giornata odierna, lunedì 15 febbraio, se prorogare l'ordinanza per la didattica a distanza nelle scuole cittadine (Infanzia, Primaria e prima Media).
È lo stesso Masci a spiegare che deciderà dopo il nuovo incontro previsto oggi in prefettura con i medici della Asl (Giustino Parruti e Ildo Polidoro) che studiano la pandemia da Covid-19 (Coronavirus).   

«Quando, dieci giorni fa, ho fatto questa scelta, primo sindaco d'Italia a intervenire su tutte le scuole, non avevo termini di paragone, sapevo che quell'ordinanza era forte, di rottura, ma ho deciso senza perdere tempo pensando alla salute dei miei concittadini e analizzando le risultanze scientifiche degli esperti», scrive Masci, «velocità, decisione, competenza, conoscenza. Oggi tutti commentano il provvedimento, che inevitabilmente incide sulla vita delle persone, leggo una sostanziale condivisione della scelta, sia nel campo medico, che in quello politico, che nel mondo della scuola a 360°, con una spinta emozionale a prorogare la sospensione della didattica a distanza per tutte le scuole.Questo sostegno non può che farmi piacere, generalmente quando un sindaco decide è da solo, a maggior ragione per le scelte che riguardano questo maledetto coronavirus».

Poi il prino cittadino aggiunge: «Però, come faccio sempre, non deciderò sulla base delle emozioni e delle sensazioni, ancor meno sotto le spinte politiche, ma lo farò dopo aver avuto un confronto con i medici, letto le loro relazioni, analizzato le loro conclusioni, e dopo aver parlato con i rappresentanti delle scuole. Nel frattempo abbiamo continuato lo screening su base volontaria per i ragazzi delle scuole medie, e andremo avanti per tutta le settimana coinvolgendo anche i bambini delle elementari. I risultati dello scorso fine settimana sugli alunni sono stati incoraggianti, la didattica a distanza, azzerando i contatti scolastici, ha tolto le occasioni di contagio scolastico. Dagli ultimi colloqui informali di ieri con i medici, perché con questa crisi in atto non ci sono giorni di festa, propenderei per la proroga, salvo verifica finale odierna. Tempismo, analisi, approfondimento, scelta, questo per me è fare il sindaco, anche in mezzo alla tempesta. Alla fine, tutti insieme, ti sconfiggeremo, maledetto coronavirus!».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento