Accessi limitati a genitori con bimbi e solo su prenotazione: ecco come potrebbero riaprire i parchi a Pescara

La commissione ambiente, presieduta da Ivo Petrelli, presenterà un ordine del giorno per avviare nella fase 2 la graduale riaprttura dei parchi cittadini

Pensare nella fase 2 dell'emergenza Coronavirus, alla riapertura graduale dei parchi cittadini con priorità ai genitori e bambini, accessi controllati e tramite prenotazioni, ed ancora sanificazione regolare dei giochi e degli attrezzi utilizzati. Sono alcune delle principali proposte avanzate dalla commissione ambiente di Pescara presieduta da Ivo Petrelli, che si è riunita in videoconferenza e che ha stilato la proposta che sarà discussa durante il consiglio comunale del 30 aprile prossimo.

Dopo li lockdown, necessario per contenere la diffusione del Covid19 con l'isolamento domiciliare e gli spostamenti limitati a lel strette necessità, ora sottolinea Petrelli è fondamentale soprattutto per il benessere fisico e psichico dei bambini, riuscire a trovare soluzioni idonee per riaprire i parchi cittadini, conciliando le esigenze di sicurezza sanitaria che ancora per diversi mesi saranno in vigore, con la possibilità di tornare gradualmente ad una vita quotidiana normale.

DALLA ASL SERVIZIO DI CONSULENZA PSICOLOGICA PER I CITTADINI

Si dovrà individuare un parco per ogni quartiere da riaprire, da gestire anche con l'aiuto delle associazioni di volontariato che operano sul territorio della protezione civile, come parco De Riseis, villa Sabucchi, parco Florida, la riserva naturale dannunziana e la riserva parco santa Filomena. L'acesso sarò consentito in modo prioritario ai genitori con bambini, con una regolamentazione attenta e costante del flusso di persone, tramite turnazioni adeguate e tramite anche un'app che consenta la prenotazione online, o in alternativa telefonica:

Prevedendo il numero massimo di presenze contemporanee e istituendo, per ciascun parco, un numero di prenotazione per l’ingresso nominativo, da verificare ai cancelli attraverso l’utilizzo del personale volontario della protezione civile, che dovrà anche garantire il rispetto della turnazione nella fruizione degli spazi verdi e dei giochi; individuare organismi o associazioni che dovranno occuparsi della sanificazione puntuale degli oggetti e degli spazi di utilizzo comune all’interno delle aree verdi e dei parchi riaperti al pubblico

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella prima fase, sottolinea Petrelli, l'accesso andrebbe riservato esclusivamente a genitori con bambini evitando altre categorie di utenti per non creare promiscuità potenzialmente rischiosa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uno scambio di sguardi e c'è il colpo di fulmine, l'appello di una ragazza pescarese alla ricerca del suo principe azzurro

  • Arriva a Pescara per il matrimonio della sorella ma scopre di essere ricercato: fermato all'aeroporto

  • Gli auguri di Pep Guardiola e Manuel Estiarte ad un commerciante di abbigliamento di Pescara [VIDEO]

  • Tre nuovi casi di Covid a Silvi: fra loro un'insegnante di una scuola di Montesilvano

  • Studente chiama la polizia per un furto in casa, ma gli agenti trovano 6 chili di droga nella stanza del coinquilino [FOTO]

  • Acerbo aggiorna sulle sue condizioni di salute: "Le cose vanno molto meglio"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento