rotate-mobile
Politica

Torna a doppio senso parte di via del Santuario, ma sul nuovo cantiere all'incrocio con via Colle di Mezzo è polemica

Un'ordinanza comunale stabilisce il ripristino della viabilità eccetto che nel tratto compreso tra via Centorame e via Maestri, ma l'avvio dei lavori in un'arteria contigua per Giampietro (Pd) continuerà a creare problemi alla viabilità

Riapre da lunedì 6 febbraio via del Santuario con la viabilità che tornerà a doppio senso eccetto che nel tratto compreso tra via Centorame e via Maestri del lavoro dove il senso unico rimarrà in direzione mare-monti per consentir i lavori di scavo della condotta del gas attualmente in corso.

A disporlo l'ordinanza firmata dal dirigente del settore mobilita, edilizia scolastica e verde del Comune.

Una riapertura che comunque per il capogruppo comunale del Partito democratico Piero Giampietro non ridarà grande respiro alla viabilità nella zona dei colli dato che, denuncia con un post pubblicato su facebook, è stato contemporaneamente aperto un altro cantiere tra via del Santuario e via Colle di Mezzo. Una tesi che conferma a IlPescara. “Si poteva aspettare la chiusura del primo per aprire il secondo”, afferma lamentando soprattutto i disagi per chi deve portare i figli nella scuola elementare della zona. Il secondo cantiere è stato aperto, spiega sul suo profilo social, per consentire i lavori sulle radici degli alberi, ma la nuova viabilità, nonostante il tratto che tornerà a doppio senso con il ripristino completo della viabilità su via del Santuario previsto il 20 febbraio e cioè quando i lavori per la realizzazione della condotta saranno conclusi, rischia “di mandare il tilt due strade convergenti” proprio per la contiguità dei cantieri “e riuscire nel capolavoro – aggiunge il capogruppo Pd – di isolare una scuola elementare quasi irraggiungibile a piedi”. Una scelta quella di aprire due cantieri in due zone vicine che per lui si traduce “nell'elevare viale Marconi a modus operandi”.

Da lunedì con la riapertura si potrà capire meglio come e se il traffico scorrerà di più. Queste intanto le disposizioni previste dall'ordinanza a partire dal 6 al 20 febbraio data, come detto, di conclusione del cantiere:

  • il ripristino del doppio senso di marcia su via del Santuario con la sola eccezione nel del tratto (circa 130,00 metri lineari) compreso tra via Centorame e via Maestri del Lavoro nel quale, il senso unico sarà nella direzione monti-mare;
  • l’istituzione del senso unico nella direzione monti-mare nel tratto di via del Santuario compreso tra via Centorame e Via Maestri del Lavoro;
  • l’istituzione, nel tratto di via Maestri del Lavoro, alle spalle dei fabbricati prospicienti l’area a parcheggio, del senso unico nella direzione mare-monti, al fine di garantire una migliore fluidità della circolazione;
  • l’istituzione del senso unico a salire (per metri 40,00 lineari) nel primo tratto di via Maestri del Lavoro compreso tra via del Santuario e la prima strada a sinistra (via Maestri del Lavoro) alle spalle dei fabbricati prospicienti l’area a parcheggio;
  • l’istituzione del senso unico a scendere nel tratto di via Centorame compreso tra via Maestri del Lavoro e via del Santuario;
  • l’istituzione del divieto di transito pedonale sul marciapiede (sul lato interessato dai lavori) del tratto di via del Santuario compreso tra via Arapietra - strada Colle di Mezzo e via Maestri del Lavoro d’Italia;
  • l'istituzione del divieto di sosta e di fermata con rimozione forzata sul lato sud (ad eccezione dei mezzi preposti all’esecuzione delle opere) del tratto di via del Santuario compreso tra via Arapietra-Colle di Mezzo e via Maestri del Lavoro d’Italia;
  • l’istituzione del divieto di sosta e di fermata con rimozione forzata su ambo i lati del primo tratto di via Maestri del Lavoro interessato dal senso unico a salire e, del tratto di via Centorame interessato dal senso unico a scendere;
  • l’istituzione del divieto di sosta e di fermata con rimozione forzata sul tratto a nord di via Maestri del Lavoro interessata dal senso unico di direzione mare-monti;
  • l'istituzione del divieto di sosta e fermata sull’area adibita a parcheggio antistante i civici n. 182 e n. 182/4 (adiacente il distributore di benzina) di via del Santuario ad eccezione dei mezzi preposti all’esecuzione delle opere.

"La responsabilità di ogni eventuale danno riportato da persona o cosa in conseguenza alla esecuzione delle opere sopra indicate compreso quelli eventualmente derivati dalla sosta e dal transito degli automezzi utilizzati dalla ditta, fatte salve le applicazioni delle norme di legge che tutelano la incolumità pubblica e la prevenzione degli infortuni sul lavoro - specifica l'ordinanza -, è a carico della succitata ditta che esegue i lavori restando il Comune di Pescara ed il suo personale tecnico completamente sollevato ed indenne".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna a doppio senso parte di via del Santuario, ma sul nuovo cantiere all'incrocio con via Colle di Mezzo è polemica

IlPescara è in caricamento