rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Politica

Riapertura cementificio, Sclocco e Casciano incontrano i cittadini: "Siamo con voi"

Ieri sera i due politici si sono confrontati con la gente per spiegare quali azioni sono già state intraprese e quali potranno essere messe in campo per escludere il ripristino di attività industriali in quell'area

A pochi giorni dall’asta con la quale la romana Calbit s.r.l. si è aggiudicata l’ex cementificio di via Raiale, l’assessore regionale alle Politiche Sociali, Marinella Sclocco, insieme al consigliere comunale Stefano Casciano, hanno incontrato una delegazione di residenti nell’area del cementificio.

“Sebbene le intenzioni della Calbit riguardo all’ex cementificio non siano ancora note – ha spiegato il consigliere Casciano – vorrei che fosse chiaro fin da subito che il Comune sarà con i cittadini nell’impedire con ogni mezzo lecito a disposizione la riattivazione delle attività produttive nella struttura di via Raiale. Se siamo qui stasera è per confermare la nostra vicinanza ai cittadini in questa vicenda, mettendoci completamente a loro disposizione per affrontare insieme l'evolversi della questione”.  

Nell’incontro, che ha avuto luogo ieri sera, i due politici si sono confrontati con i cittadini per spiegare quali azioni sono già state intraprese e quali potranno essere messe in campo per escludere il ripristino di attività industriali in quell'area.

“La mia famiglia è qui, io vengo da qui e non lascerò il mio quartiere di origine e Pescara in balia di una ripresa anacronistica delle attività produttive del cementificio - ha tuonato l’assessore Sclocco parlando con i cittadini - e con Articolo 1 MdP abbiamo presentato una mozione al Consiglio Regionale per chiedere di istituire una commissione di studio interistituzionale Regione-Provincia-Comune che scongiuri questa eventualità. Seguirò con attenzione la situazione e nei prossimi mesi manterrò una relazione costante con i cittadini dell’area per valutare insieme le azioni da compiere quando le decisioni della Calbit saranno rese note. Non accetteremo nulla che sia contrario ad uno sviluppo positivo, sostenibile, integrato e condiviso dell'area; niente che impedisca di rendere migliore questo quartiere”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapertura cementificio, Sclocco e Casciano incontrano i cittadini: "Siamo con voi"

IlPescara è in caricamento