Politica

Giovani Democratici Abruzzo: "Soddisfatti per la riapertura delle biblioteche regionali"

Paolo Antonelli e Luca Guerrini ricordano che le biblioteche erano "completamente chiuse da inizio pandemia nonostante tutte le sollecitazioni rivolte al presidente Marsilio e alla sua giunta rimaste inascoltate fino ad oggi"

Paolo Antonelli

In una nota Paolo Antonelli e Luca Guerrini, rispettivamente responsabili scuola e università dei Giovani Democratici Abruzzo, si dicono "soddisfatti per la riapertura delle biblioteche regionali", che erano "completamente chiuse da inizio pandemia (salvo una breve parentesi con capienza e orari ridottissimi) nonostante tutte le sollecitazioni rivolte al presidente Marsilio e alla sua giunta rimaste inascoltate fino ad oggi".

Aggiunge il segretario regionale, Claudio Mastrangelo: "Già più volte avevamo chiesto alla giunta regionale di centrodestra di tornare a erogare un servizio degno di questo nome alle tante studentesse e ai tanti studenti abruzzesi che per 18 mesi non hanno avuto un luogo in cui studiare. Al nostro sit-in del 3 giugno sotto l'ex biblioteca provinciale di Pescara e al comunicato congiunto dei Gd e del Pd, il governo della Regione non aveva fatto seguire alcun atto nel senso di una riapertura anche parziale degli spazi di cultura e aggregazione".

Tuttavia "ora, anche dopo gli emendamenti dei consiglieri Paolucci e Blasioli, finalmente la Regione si impegna, anche se con un colpevolissimo ritardo, con la riapertura delle scuole alle porte e la sessione di esami universitari praticamente conclusa: saremo vigili affinché seguano fatti concreti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani Democratici Abruzzo: "Soddisfatti per la riapertura delle biblioteche regionali"

IlPescara è in caricamento