rotate-mobile
Politica

Statuto Ambiente Spa, controreplica del M5S: "La democrazia va applicata sempre, non solo per convenienza"

In una nota, il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle risponde al sindaco Masci, che oggi si è espresso sulla vicenda della modifica dello statuto di Ambiente Spa

In una nota, il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Pescara controreplica al sindaco Carlo Masci, che oggi si è espresso sulla vicenda della modifica dello statuto di Ambiente Spa

"Le parole sono importanti - scrivono i pentastellati - ma lo sono ancora di più i contenuti, e fa sorridere che a parlare di democrazia sia chi, da tre anni, governa la città imponendo le sue scelte, ignorando le istanze dei cittadini e calpestando ogni forma di dissenso. Una volta tanto sarebbe bello poter leggere una risposta nel merito delle questioni, e non il solito slogan elettorale che associa il Movimento 5 Stelle alla "politica del no". La democrazia è un principio da applicare sempre, non solo per convenienza, ma garantendo partecipazione, condivisione e trasparenza, concetti che però sono lontani anni luce da questa amministrazione. E la proposta di modifica allo statuto di Ambiente lo dimostra, cercando di imporre un monopolio all'interno di una società partecipata che dovrebbe favorire l'inclusione e la collaborazione con gli altri Comuni soci, anche in prospettiva della Nuova Pescara".

Ma la cosa "davvero grave", per gli esponenti del M5S, è "voler azzerare ogni forma di controllo esterno sulla gestione dei rifiuti, cosa a cui infatti il sindaco furbescamente non fa il minimo riferimento nella sua replica. Sostituire i controllori con quelli che dovrebbero essere i controllati è quanto di più lontano ci possa essere dalla democrazia, cosa che non può certo sfuggire a chi come Carlo Masci vanta un'esperienza di 25 anni nell'amministrazione pubblica".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Statuto Ambiente Spa, controreplica del M5S: "La democrazia va applicata sempre, non solo per convenienza"

IlPescara è in caricamento