rotate-mobile
Politica

Renzetti (Forza Italia) sullo screening anti Covid agli studenti: "Polverone inutile sollevato dal Pd"

Il capogruppo al Comune di Forza Italia interviene sul calendario definitivo dello screening di massa per gli studenti di Pescara

La campagna di screening anti Covid sugli studenti si terrà nelle giornate di sabato 8 e domenica 9, senza creare alcun disagio o assembramento in concomitanza con il ritorno in classe della popolazione scolastica. Lo ha ribadito il capogruppo al Comune di Forza Italia Roberto Renzetti, che replica alle critiche e accuse mosse dai consiglieri comunali del Pd che avevano in particolare contestato il primo calendario dei tamponi, che vedeva lo screening per gli studenti degli istituti superiori fissato per lunedì 10 gennaio, tanto da chiedere un intervento del prefetto.

Renzetti ha spiegato che il polverone sollevato dal partito democratico era inutile, considerando che si trattava di un calendario provvisorio prima della riunione dell'unità di crisi regionale:

“Innanzitutto occorre sottolineare per l’ennesima volta l’eccezionalità del momento che stiamo attraversando, comunque diverso rispetto a quanto abbiamo vissuto negli ultimi due anni e che di nuovo ha imposto l’adozione di misure straordinarie, con tempi dettati, anche questa volta, non da Pescara, ma dalla protezione civile nazionale, la quale ha ordinato che tutti i comuni predisponessero, con le Asl di competenza, l’organizzazione degli
screening di massa con tamponi a tappeto su tutti gli studenti a ridosso della riapertura delle scuole, in modo da poter tornare in aula, lunedì, in assoluta sicurezza.

Necessariamente l’organizzazione dell’attività è stata affidata fondamentalmente alla Asl di Pescara che, con grande abnegazione, grazie alla sensibilità del manager Ciamponi, ha comunque predisposto, in quattro e quattr’otto un servizio imprevisto, da svolgere mobilitando il personale sanitario in poche ore e senza mai far venir meno le altre attività ordinarie in corso, dalla vaccinazione all’assistenza dei pazienti. Tuttavia
il primo calendario, che comunque concentrava in due siti l’intero popolo degli studenti in poche ore, ha suscitato perplessità tra i consiglieri di Forza Italia Ivo Petrelli, Alessio Di Pasquale, Claudio Croce e Manuela Peschi, che, con grande capacità di collaborazione, hanno chiesto di continuare il confronto istituzionale per giungere a una soluzione idonea avanzando anche le proprie proposte."

Il Pd invece, ribadisce il capogruppo, si è schierato invece contro una soluzione chiaramente provvisoria ma poco dopo è stato smentito dalla calendarizzazione definitiva dei tamponi che invece rispecchia i suggerimenti riportati da Forza Italia, al presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri, all'assessore Nicoletta Verì e al presidente Marco Marsilio e presentati dal vicesindaco Santilli con ogni istituto che avrà un'ora stabilita in cui inviare i propri studenti senza creare assembramenti:

"Ce la faremo anche questa volta, grazie alla collaborazione di tutti gli organi istituzionali, sempre uniti contro un nemico comune, e di nuovo faremo a meno del supporto, solo morale, del Pd, troppo impegnato a curare la
superficialità di un’emergenza pandemica senza precedenti che richiederebbe un altro livello di consapevolezza e di concretezza”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renzetti (Forza Italia) sullo screening anti Covid agli studenti: "Polverone inutile sollevato dal Pd"

IlPescara è in caricamento