rotate-mobile
Politica

Regione, Rapino: "Si lavori insieme per completare il programma di governo"

Il segretario del Pd Abruzzo lancia un chiaro appello: "Il centrosinistra resti unito". E sul caso D'Alfonso aggiunge: "Il tirare a campare non è mai stato un modus operandi del Partito Democratico. Riteniamo inoltre che da parte nostra non ci siano ambiguità di sorta"

"Il tirare a campare non è mai stato un modus operandi del Partito Democratico. Riteniamo inoltre che da parte nostra non ci siano ambiguità di sorta. All’indomani del 4 marzo, noi tutti abbiamo chiesto al Presidente D’Alfonso di restare per portare a termine la legislatura e gli impegni presi con gli abruzzesi. Non riteniamo affatto che esista alcun accentramento".

E' quanto dichiara in una nota il segretario regionale del Pd Abruzzo, Marco Rapino, commentando il caso D'Alfonso e le mancate dimissioni del governatore dopo la sua elezione a senatore.

"In questo momento delicatissimo - aggiunge - il Pd è impegnato insieme al lavoro “straordinario” di Giovanni Lolli a costruire il patto di fine mandato su tre questioni principali: Lavoro, Sanità e Sociale. Il patto di fine mandato è questo: discussione e confronto tra forze politiche e cittadini. Per tornare a vincere in questa regione dobbiamo tenere unito e ricostruire un centrosinistra largo, che sia capace di dare risposte agli abruzzesi. Risposte che non sono mancate in questi anni di governo D’Alfonso e della sua Giunta".

Tutto era partito da una nota stampa di Articolo 1 in cui si affermava quanto segue:

"Non daremo sponda alle strumentalizzazioni delle opposizioni in consiglio regionale, ma è arrivato il momento di ribadire con la massima chiarezza che, per Art. 1 MDP, occorre immediatamente porre fine alle ambiguità sul governo della Regione, sulla sua maggioranza e su un programma di fine mandato evocato da tutti ma di cui sembra essersi persa traccia negli ultimi giorni".

Pronta la replica di Rapino:

"Le proposte politiche di Articolo 1 sono da accogliere e ci proponiamo di discuterle e inserirle nel patto che sigleremo, anche perché quegli obiettivi sono affrontabili in ragione del lavoro fatto in questi anni. In Abruzzo abbiamo vinto battaglie storiche che sono patrimonio collettivo. Non c’è in gioco il destino dei singoli ma quello di una comunità che abbiamo costruito insieme in tanti anni di esperienza condivisa, oggi più che mai dobbiamo trovare le ragioni per continuare a stare insieme. Articolo 1 ha sempre dimostrato responsabilità, lo riconosciamo, ci auguriamo che voglia continuare a farlo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, Rapino: "Si lavori insieme per completare il programma di governo"

IlPescara è in caricamento