menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Regione Abruzzo stanzia 800 mila euro per le aree degli incendi di San Silvestro-Colle Renazzo e Punta Aderci

Un intervento finanziario che, come sollecitato dal presidente del consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, e dai consiglieri Vincenzo D’Incecco e Luca De Renzis (Lega) e Guerino Testa (FdI), diventa necessario per garantire la bonifica delle aree devastate dalle fiamme

La giunta regionale abruzzese ha approvato una variazione di bilancio con la quale vengono destinati 800 mila euro per la realizzazione di interventi urgenti di mitigazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico al fine di fronteggiare le criticità derivanti da incendi boschivi di aree naturali che sono occorsi sul territorio regionale nei mesi scorsi.

Un intervento finanziario che, come sollecitato dal presidente del consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, e dai consiglieri Vincenzo D’Incecco e Luca De Renzis (Lega) e Guerino Testa (FdI), diventa necessario per garantire la bonifica delle aree devastate dalle fiamme e la rinascita della riserva di Punta Aderci nel Vastese e dell’area di Colle Renazzo e di San Silvestro a Pescara. Un impegno naturalistico che ha visto la totale condivisione da parte del presidente Marsilio e dell’intera giunta.

«Parliamo di interventi strategici e necessari per far fronte a due emergenze territoriali», sostiene Sospiri, «il primo è mirato a garantire un adeguato sostegno agli enti locali assicurando opere di risanamento su quei territori che, appena tre settimane fa, sono state drammaticamente colpite da due incendi che, in contemporanea, hanno devastato ettari ed ettari di aree naturalistiche. Tutti abbiamo ancora dinanzi agli occhi le immagini delle lingue di fuoco che in pochi minuti hanno mangiato una parte della collina e del belvedere di San Silvestro, peraltro arrecando gravi danni anche ad alcune imprese dell’agroalimentare del posto, oltre che diverse abitazioni, con intere famiglie costrette a lasciare le proprie case».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rustell: storia e origini degli arrosticini abruzzesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento