Dalla Regione Abruzzo 40 milioni a fondo perduto per imprese, attività, famiglie, studenti e scuole private [VIDEO]

Il governatore Marsilio, assieme al presidente del consiglio regionale Sospiri, ha illustrato i dettagli riguardanti la legge regionale 118 "Cura Abruzzo 2"

Il presidente della Regione Marsilio ha illustrato questa mattina i dettagli della legge regionale 118 "Cura Abruzzo 2" approvata dall'assise regionale e che prevede contributi ed incentivi per imprese, cittadini, realtà economiche e sociali del territorio abruzzese a causa della crisi generata dal Coronavirus.

Marsilio ha evidenziato come il gioco di squadra della maggioranza abbia funzionato ancora una volta in modo rapido ed efficace, con la seconda legge regionale dedicata alla crisi per la pandemia, aperta al confronto con l'opposizione con l'inclusione anche di alcuni emendamenti presentati dai consiglieri di minoranza ed approvati.

In tutto la legge prevede circa 70 milioni di euro di fondi, di cui 40 milioni come contributi a fondo perduto per moltissime categorie. Il Governatore ha sottolineato come si tratti di soldi ed aiuti subito disponibili, diversi dai sistemi messi in campo dal Governo che hanno mostrato molte difficoltà soprattutto per quanto riguarda i prestiti ad aziende, lavoratori autonomi ed imprese tramite le banche e la cessione delle liquidità da parte degli istituti nonostante le garanzie offerte dal Governo.

Per quanto riguarda le imprese, previsti contributi fino ad 1 milione di euro di fatturato divisi in tre fasce in base alla perdita di introiti fatta registrare rispetto allo stesso periodo dello scorso anno,

  • 15% di contributo da calcolarsi sul fatturato del mese di aprile 2019 per imprese con ricavi sino a € 120.000
  • 7,5% di contributo da calcolarsi sul fatturato del mese di aprile 2019 per imprese con ricavi da € 120.001 ad € 400.000
  • 5,5% di contributo da calcolarsi sul fatturato del mese di aprile 2019 per imprese con ricavi da € 400.001 ad € 1.000.000

Per attività turistiche, esercizi commerciali, artigianali ed industriali e lavoratori autonomi, un contributo a fondo perduto fino a 3.000 euro per canoni di locazione o di 1000 euro senza contratto di locazione.

A disposizione anche 150 euro per ogni bambino da destinare a scuole private ed asili paritari, mentre per gli studenti fuori sede un contributo sugli affitti fino a 1000 euro per gli ultimi tre mesi. Stanziati altri 7 milioni per il bonus famiglie che sarà esteso ad una maggiore platea di abruzzesi, Tre milioni ad associazioni sportive ed associazioni culturali che hanno subito un danno dalla chiusura dell'attività e di eventi programmati, un milione per i Comuni per i mancati introiti di tasse ed imposte locali, e infine 3 milioni per servizi di asp, case di risposo ed assistenza.

Un milione e mezzo di euro per i balneatori che dovranno adeguarsi alle nuove norme con inevitabili perdite di fatturato, stessa cifra stanziata anche per i Comuni per la gestione delle spiagge libere per la prossima estate. Da segnalare anche il contributo di 500 mila euro per l'aeroporto di Pescara e 420 mila euro per l'editoria. A disposizione anche un milione di euro per il pagamento di straordinari ed indennità per le polizie locali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Tragedia nel Pescarese, pensionato rimasto vedovo si toglie la vita

  • Oddo dopo l'esonero dal Pescara cita Pirandello

Torna su
IlPescara è in caricamento