rotate-mobile
Politica

Grande Pescara, parla Mascia: “Vanno chiariti diversi aspetti”

Il primo cittadino di Pescara commenta la scelta di indire il Referendum sulla costituzione della Grande Pescara ed esprime qualche perplessità sul progetto

Anche Luigi Albore Mascia ha commentato la scelta di indire il Referendum sulla costituzione della Grande Pescara, con l’unificazione di Pescara, Montesilvano e Spoltore in un’unica municipalità di 192.000 abitanti.

“Dare la parola ai cittadini su decisioni strategiche destinate a modificare in maniera sostanziale il futuro dei nostri territori - afferma il sindaco in una nota - è sempre un segnale positivo; tuttavia, in merito al Referendum sulla costituzione della Grande Pescara vanno chiariti, ora, diversi aspetti. Ovvero, prima di passare ai fatti, vorrei sapere, come sindaco di Pescara, ossia della città più grande coinvolta in tale processo di trasformazione, come si intende organizzare i servizi, quale tipo di decentramento operativo si intende attuare, e come si intendono ridistribuire le già esigue risorse oggi disponibili".

Mascia, dunque, come il suo collega di Spoltore Luciano Di Lorito esprime perplessità sul progetto fortemente voluto dal consigliere regionale Carlo Costantini (Mov139) e afferma che "forse, prima di concepire ‘grandi’ concetti e grandi contenitori, andrebbero progettati anche i contenuti per dare quelle risposte concrete che poi i Comuni, a loro volta, sono chiamati a dare ai propri amministrati”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grande Pescara, parla Mascia: “Vanno chiariti diversi aspetti”

IlPescara è in caricamento