Politica

Referendum Acqua 2: scheda Colore giallo, tutte le informazioni

Il 12 e 13 giugno 2011 si svolgerà il referendum abrogativo su 4 quesiti. Il secondo è sulla "determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all'adeguata remunerazione del capitale investito"

Il 12 e 13 giugno 2011 i cittadini italiani sono chiamati ad esprimersi su quattro quesiti strettamente collegati a norme di legge statali. Si tratta di referendum abrogativi, ciò significa che si vota per abrogare, in tutto o in parte, le norme. Il referendum abrogativo è valido solo nel caso in cui si reca alle urne il 50% più uno degli aventi diritto al voto (quorum). E' possibile ritirare e quindi votare, anche solamente la scheda per uno o per alcuni quesiti referendari. Si vota presentandosi, muniti di tessera elettorale e un documento di identità, presso il seggio indicato sulla stessa tessera elettorale.

Chi avesse smarrito la tessera elettorale o non l'avesse ancora ricevuta, può richiederla all'ufficio elettorale del proprio Comune di residenza. I seggi resteranno aperti dalle 8.00 alle 22.00 di domenica 12 giugno e dalle 7.00 alle 15.00 di lunedì 13 giugno. Il secondo referendum sull'acqua, scheda gialla, si intitola “Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all'adeguata remunerazione del capitale investito”.

VOTARE SI  se si vuole impedire al gestore del servizio idrico di ottenere profitti garantiti, caricando sulle bollette il 7% a remunerazione del capitale investito;
VOTARE NO se si sostiene che senza remunerazione dei capitali investiti i privati non hanno interesse a gestire il servizio.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum Acqua 2: scheda Colore giallo, tutte le informazioni

IlPescara è in caricamento