rotate-mobile
Politica

L'assessore Cremonese rilancia l'idea del Palaeventi e pensa a un partenariato pubblico-privato

Pescara città dei grandi eventi per l'assessore al ramo che a un anno di distanza dalla prima proposta torna sull'idea di una struttura in grado di ospitarli rimarcando i numeri relativi alla crescita del turismo e le tante iniziative di rilievo che sono state ospitate. La volontà è quella di coinvolgere la Regione e una cordata di imprenditori

L'idea l'aveva lanciata già dopo il capodanno 2023. A un anno di distanza con i numeri sul turismo emersi dal rapporto regionale e sulla scia dell'evento di Fratelli d'Italia svoltosi alla Nave di Cascella tra non poche contestazioni, ma del cui risultato in termini di presenze ha parlato di vero e proprio “boom”, l'assessore ai Grandi eventi uscente Alfredo Cremonese rilancia la proposta: realizzare un Palaeventi a Pescara. Una struttura da realizzare con la volontà di mettere in piedi una sorta di partenariato pubblico-privato.

“La città ha ospitato in questi anni tanti eventi, è stata il palcoscenico di innumerevoli iniziative di successo promosse dal Comune per richiamare turisti e per rilanciare l'immagine della città a livello nazionale e anche oltre – esordisce Cremonese -. Per i prossimi anni vogliamo continuare a lavorare su una scia già tracciata, che ci ha permesso di raggiungere un invidiabile + 48% di presenze turistiche tra il 2019 e il 2023, e vogliamo anche puntare su nuovi e ambiziosi progetti e obiettivi. Uno di questi è la realizzazione di un Palaeventi”.

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

“È un'idea che ho già lanciato all'interno del mio partito, Fratelli d'Italia, affinché sia inserita nel programma, e che voglio condividere con il resto della coalizione e con Carlo Masci”, aggiunge. .

“Si tratta di un progetto che il Comune potrebbe realizzare d'intesa con la Regione e con il contributo dei privati, cioè una cordata di privati, su un'area da individuare. Un intervento del genere può essere realizzato anche pensando a una struttura mobile, non necessariamente a un impianto fisso – sottolinea l'assessore comunale -. Di certo, sia in un caso sia nell'altro, un Palaeventi renderebbe Pescara ancora più attrattiva per tutte quelle realtà che organizzano spettacoli e, di conseguenza, per un pubblico sempre più numeroso, con tutto ciò che comporterebbe per l'economia della città. Credo che una iniziativa di questa portata meriti la massima attenzione per il futuro, avendo già ampiamente dimostrato che i grandi eventi funzionano e che Pescara è pronta a ospitare migliaia e migliaia di persone”, conclude Cremonese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assessore Cremonese rilancia l'idea del Palaeventi e pensa a un partenariato pubblico-privato

IlPescara è in caricamento