Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Il presidente Rapposelli dopo il "flop" della Notte dei Saldi: "Ora vanno ascoltati i commercianti"

Il presidente della commissione commercio e attività produttive ha incontrato i rappresentanti dei commercianti ed esercenti per discutere della pianificazione delle aperture serali nel periodo estivo

Correggere le aperture serali dei negozi ascoltando le istanze e proposte degli stessi commercianti e rappresentanti delle associazioni di categoria, per avere un coordinamento con il Comune, che è venuto a mancare per la "Notte dei Saldi" che si è rivelata per molti commercianti un flop, tanto da spingere a tenere le serrande abbassate di molte attività.

Lo ha detto il presidente della commissione commercio e attività produttive Rapposelli che ha incontrato i rappresentanti degli operatori per accogliere i loro suggerimenti per organizzare una nuova "Notte dello shoppine" per Ferragosto. Presenti Vincenzina De Sanctis per la Confcommercio, Roberta Barone e Vittoria Boscolo per Pescara Next, Fabrizio Canta per Confartigianato e Gianni Taucci per Confesercenti

"È evidente che la famosa ‘Notte dei Saldi’ dello scorso 3 luglio non ha incontrato il favore dei commercianti del
nostro centro commerciale naturale, molti dei quali hanno preferito restare chiusi di sera, con un nocumento, a nostro giudizio, sia per gli stessi operatori, in termini di mancati potenziali incassi che di vetrine spente, sia per i cittadini che si sono riversati in centro, approfittando anche della sosta gratuita sulle aree di risulta, e sono tornati a casa senza buste in mano. Per tale ragione abbiamo ritenuto importante aprire un momento di confronto con le Associazioni di categoria per capire cos’è che non ha funzionato o è mancato sotto il profilo del rapporto tra Istituzione e operatori di categoria”.

La De Sanctis di Confcommercio ricorda di aver chiesto al Comune un tavolo per pianificare le riaperture e la ripartenza post pandemia, ma a maggio non era stato organizzato nulla e si è chiesto di essere coinvolti per la programmazione estiva al fine di organizzare iniziative che potessero portare pubblico in città adeguando gli spazi esterni dei negozi.

"Francamente incontrarci oggi per parlare della ‘programmazione estiva’ mi sembra che i tempi siano stretti, piuttosto Confcommercio chiede oggi di vederci per cominciare a organizzare il Natale"

Anche Taucci della Confesercenti ha ribadito la necessità di un nuovo regolamento del centro commerciale naturale. chiedendo nuove regole. Pescara Next ha aggiunto:

“L’Associazione Pescara Next non condivide la scelta di consentire la sosta gratis in occasione dell’apertura serale dei negozi, un parcheggio che non ci aiuta a selezionare una clientela di qualità. L’amministrazione deve invece aiutarci a valorizzare le attività commerciali offrendo eventi che rappresentino un incentivo per venire in centro a fare acquisti serali, e per questo riteniamo che comunque non sia troppo tardi per organizzare ancora i prossimi due mesi”.

Canta di Confartigianato ha detto di aver lasciato il negozio aperto lungo Corso Vittorio Emanuele, che però era buio e con poca sicurezza. Rapposelli ha concluso:

“Dai commercianti sono arrivate proposte adeguate di correttivi, ferme restando delle differenziazioni naturali tra le varie associazioni. Ma una su tutta deve prevalere facendo sintesi, ossia l’estate non è conclusa, abbiamo
dinanzi a noi ancora settimane di vacanza, spiaggia e shopping, e per questo venerdì riunirò di nuovo i commercianti ai quali ho chiesto di stilare un calendario di proposte da poter attuare nei prossimi giorni, pensando soprattutto al Ferragosto, per rendere più incisiva l’attrattività commerciale della nostra città”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il presidente Rapposelli dopo il "flop" della Notte dei Saldi: "Ora vanno ascoltati i commercianti"

IlPescara è in caricamento