Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica

Rapina in pieno centro, per Pagnanelli del Pd è fallito il piano sicurezza della Lega

Il consigliere comunale di opposizione: "Chiederemo al sindaco ed ai suoi assessori dove sono finiti i proclami sulla sicurezza"

«La rapina violenta in pieno giorno e in pieno centro, sulla quale ci auguriamo che le forze dell’ordine facciano piena luce, è l’ennesima dimostrazione di un dato inequivocabile: sulla sicurezza la Lega ha platealmente fallito il suo obiettivo strategico per Pescara, che era diventata una ossessione in campagna elettorale e durante tutti i cinque anni di giunta Alessandrini».
A dirlo è il consigliere comunale del Partito democratico Francesco Pagnanelli in riferimento al grave fatto che ieri pomeriggio si è verificato nel capoluogo adriatico.

Un uomo è stato aggredito e rapinato dell'orologio dopo essere stato accoltellato alla gola. 

Poi Pagnanelli prosegue: «I pescaresi non dimenticano le affermazioni quotidiane degli esponenti della Lega quando, a ogni episodio, accusavano la giunta Alessandrini di essere incapace di garantire la sicurezza ai cittadini. Oggi che la Lega governa Comune, Provincia e Regione, e partecipa al governo del Paese, la sicurezza dei pescaresi è precipitata con una rapina violenta e sanguinosa avvenuta di giorno in piazza Sacro Cuore, un livello probabilmente mai raggiunto negli ultimi anni. Ci chiediamo dove siano, oggi, quei consiglieri leghisti, dove siano le telecamere che annunciano ogni due settimane, dove sia il potenziamento della Polizia Municipale tanto promesso. Per la Lega, oggi, il problema è diventato il coprifuoco anti-turisti. Invece chiederemo al sindaco ed ai suoi assessori dove sono finiti i proclami sulla sicurezza».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in pieno centro, per Pagnanelli del Pd è fallito il piano sicurezza della Lega

IlPescara è in caricamento