rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Politica

Pagnanelli (Pd): “La giunta dica quando il porta a porta partirà in centro, i cittadini stanno già pagando i costi del servizio” 

L'ex presidente dell'assise civica annuncia che, insieme agli altri consiglieri comunali Dem, chiederà conto delle intenzioni della giunta

Non si placano le polemiche sull'estensione della differenziata. Il consigliere comunale del Partito Democratico Francesco Pagnanelli chiede alla giunta Masci di riferire in consiglio comunale «se e quando partirà la raccolta dei rifiuti porta a porta nell’area centrale della città, annunciata per settembre e di cui non si ha più notizia. Dica se la bruttissima figura rimediata dalla giunta Masci sulla partenza del servizio a Porta Nuova avrà o meno ripercussioni sul centro cittadino. Forse la paura di brutte figure a pochi mesi dal voto sta portando consiglio alla giunta Masci, che pure ha voluto forzare i tempi dell’avvio del porta a porta in maniera quasi ossessiva, cacciando di fatto l’ex presidente di Ambiente Massimo Galasso che avanzava perplessità. Non si può però adesso far finta di avere scherzato, visto che tutti i pescaresi nella Tari 2023 stanno già pagando i costi di questi estendimenti».

Pagnanelli annuncia che insieme agli altri consiglieri del Pd si informerà sulle «intenzioni della giunta, di cui dovranno rispondere sia il partito dell’assessore Isabella Del Trecco, ovvero Forza Italia, sia quello del presidente di Ambiente Spa Ricardo Chiavaroli, ovvero la Lega, perché i tempi sono stati evidentemente forzati a spese dell’efficienza del servizio. Chiederemo conto di quanto, in ragione di questi estendimenti annunciati per settembre 2023, è stato investito in termini di mezzi e nuovo personale da parte di Ambiente Spa, e dunque caricato sui bollettini Tari inviati a famiglie e imprese di Pescara».

Va verificato inoltre «quanto un eventuale rinvio degli estendimenti potrà pesare sui conti di Ambiente, proprio in ragione degli investimenti già sostenuti dalla società in termini di personale e mezzi. Il silenzio imbarazzato della giunta Masci non può essere la soluzione: c’è un progetto, c’è un piano economico, ci sono investimenti effettuati con risorse pubbliche, è il momento che la giunta Masci riferisca in Consiglio Comunale e lo faremo già nella seduta annunciata per il 20 novembre», conclude l'ex presidente del consiglio comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagnanelli (Pd): “La giunta dica quando il porta a porta partirà in centro, i cittadini stanno già pagando i costi del servizio” 

IlPescara è in caricamento