rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Politica Castellamare / Strada delle Fornaci

Querce in strada delle Fornaci: la replica di Blasioli alle proposte delle associazioni

L'assessore e vicesindaco Blasioli ha voluto rispondere alle proposte avanzate dai residenti e dalle associazioni che vogliono salvare le due querce secolari di Strada delle Fornaci

L'assessore e vicesindaco Blasioli, dopo le proposte avanzate anche attraverso i nostri microfoni da parte delle associazioni e dei residenti di Strada delle Fornaci per salvare le due querce secolari, ha voluto rispondere punto per punto per spiegare le ragioni delle scelte fatte dall'amministrazione comunale.

1) In merito alla proposta di creare uno spartitraffico intorno alle querce per evitare strettoie pericolose è bene precisare che il progetto prevede la realizzazione di una doppia corsia con marciapiede sul lato a nord della carreggiata stradale. Si precisa che il progetto attualmente approvato e oggetto di ridefinizione non prevede nessuna strettoia pericolosa in quanto contempla l’abbattimento di entrambe le querce per assicurare la sicurezza della circolazione stradale. Con nota successiva, già inviata alla stampa, ho chiesto agli apparati tecnici comunali di valutare la possibilità del mantenimento di una della due querce (la più grande) in quanto la presenza della roverella lato mare, comunque, resta incompatibile con la necessità della realizzazione di un muro di contenimento in calcestruzzo, atto a contenere l’allargamento stradale.

VIDEO| QUERCE SECOLARI, PARLANO LE ASSOCIAZIONI

2) In merito alla trasformazione della strada da doppio senso di circolazione a senso unico si fa presente che la trasformazione del tratto interessato da doppio senso di marcia a senso unico comporterebbe l’entrata in crisi di tutto il sistema di circolazione veicolare dell’ambito e non sarebbe comunque in linea con le previsioni di PRG di cui all’elaborato C3 del vigente PRG ed indicata come tipologia E-E. Si fa altresì presente in tal senso l’adiacente presenza della sede della Misericordia Pescara, dalla quale partono mezzi di soccorso e di pronto intervento medico. L’istituzione del senso unico di marcia su Strada delle Fornaci creerebbe pregiudizio a tale servizio oltre che difficoltà alle associazioni (compresa quella di ragazzi diversamente abili che hanno sede nello stesso immobile).

3) In merito alla contrapposizione tra ecologia e sicurezza dei cittadini che non si escludono a vicenda, ritengo utile ribadire che per me in questo momento è prioritaria la sicurezza della cittadinanza con una strada che contempli marciapiedi, ma proprio per contemplare anche l'aspetto ecologico, giustamente richiamato,  sono state previste opportune misure compensative consistenti nella messa a dimora di un totale di otto nuovi alberi di cui n° 4 QUERCUS ROBUR, della circonferenza misurata a m. 1.30 di 18-20 cm. con garanzia di attecchimento per n° 2 cicli vegetativi, n° 2 PYRUS della circonferenza misurata a m. 1.30 di 18-20 cm. con garanzia di attecchimento per n° 2 cicli vegetativi e n° 2 FRASSINO della circonferenza misurata a m. 1.30 di 18-20 cm con garanzia di attecchimento per n° 2 cicli vegetativi. Pertanto l’Amministrazione Comunale metterà a dimora un numero di alberi dieci volte maggiore rispetto a quelli abbattuti. In tal senso sarà garantita sia l’ecologia sia l’imprescindibile sicurezza dei cittadini.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Querce in strada delle Fornaci: la replica di Blasioli alle proposte delle associazioni

IlPescara è in caricamento