Politica Cepagatti

L'assessore Quaresimale apre un tavolo istituzionale per la vertenza Riello

La prima riunione è stata fissata per il prossimo 15 settembre dall'assessore regionale che ha convocato parti sociali, lavoratori e azienda

L'assessore regionale Pietro Quaresimale ha convocato un tavolo di confronto specifico per la vertenza Riello, che lo ricordiamo presto dovrebbe chiudere lo stabilimento di Cepagatti per delocalizzazione con la perdita di 71 posti di lavoro.

La prima riunione è stata convocata per mercoledì 15 settembre alle 12,30 nella sede della Regione Abruzzo in via Passolanciano a Pescara. Sono stati invitati i sindacati regionali, le Rsu dello stabilimento, la direzione del Gruppo Riello ed il sindaco di Cepagatti:

"Si tratta di un primo contatto  necessario per capire direttamente i termini della vertenza, ma soprattutto propedeutico per la costituzione del tavolo nazionale presso il Mise dopo la mia richiesta formale avanzata nei giorni scorsi ai ministri Giorgetti e Orlando"

Soddisfatto il capogruppo regionale della Lega Vincenzo D'Incecco, che evidenzia come l'assessore abbia dato una risposta tempestiva per un problema grave per il tessuto occupazionale pescarese:

"Certo del fatto che si terrà la barra dritta affinché la proprietà revochi la procedura di licenziamento e riconsideri  la possibilità di continuare la produzione in terra abruzzese.  Inaccettabile che dai  tre turni di lavoro si è passati ai licenziamenti e alla delocalizzazione, trasferendo tutto in altre sedi e in Polonia. Tutto ciò esclusivamente per ridurre il costo del lavoro e non per problemi di produzione"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assessore Quaresimale apre un tavolo istituzionale per la vertenza Riello

IlPescara è in caricamento