rotate-mobile
Politica

L'assessore Quaresimale in visita ad alcuni istituti scolastici dopo lo screening anti Covid: "Buona l'adesione ai tamponi"

L'assessore regionale è intervenuto a margine dei sopralluoghi effettuati in alcuni istituti scolastici abruzzesi dove oggi 10 gennaio sono riprese le lezioni

La macchina organizzativa dei tamponi anti Covid per la popolazione scolastica ha funzionato, ed anche l'adesione è stata buona. Lo ha detto l'assessore regionale Pietro Quaresimale che questa mattina 10 gennaio, in occasione della ripresa delle attività didattiche nelle scuole, si è recato in visita in alcuni istituti scolastici abruzzesi. L'adesione è stata pari al 60% del totale, con l'individuazione di 2.300 positivi su oltre 93 mila test antigenici, utenti che avrebbero continuato a circolare essendo asintomatici.

Quaresimale ha parlato di una misura fondamentale e molto apprezzata dai dirigenti scolastici, per prevenire focolai di contagio e tentare di controllare le infezioni da Covid in questa fase delicata:

"Per consentire un ritorno in classe degli studenti abruzzesi in tutta sicurezza.  A tal proposito intendo ringraziare quanti si sono adoperati perché tutto si svolgesse nella maniera migliore possibile e, in particolare, sono grato al personale sanitario, a quello scolastico ed alle associazioni di volontariato della Protezione Civile per avere messo a disposizione della collettività  il loro tempo e la loro professionalità. Un grande plauso va anche ai sindaci dei 305 Comuni abruzzesi per l’impeccabile gestione organizzativa dello screening. Si è rivelata, quindi, più che giusta la scelta di aver effettuato i tamponi e, per tale ragione, – ha concluso – ringrazio anche il presidente Marsilio e l’assessore Verì”.

Anche il presidente Marco Marsilio, questa mattina, era intervenuto per evidenziare come la scelta di effettuare lo screening prima della riapertura delle scuole sia stata lungimirante, ricordando che in merito al dibattito sulla questione della ripartenza delle lezioni in presenza, la competenza è in mano al Governo come già deciso mesi fa quando fu tolta ai presidenti delle regioni la possibilità di sospendere l'attività didattica in presenza per attivare la dad.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assessore Quaresimale in visita ad alcuni istituti scolastici dopo lo screening anti Covid: "Buona l'adesione ai tamponi"

IlPescara è in caricamento