Politica Centro

Qualità dell'aria, Foschi replica a Blasioli: "Solo una montagna di sciocchezze"

Non si è fatta attendere la risposta del Presidente della Commissione consiliare Lavori Pubblici alle critiche del consigliere comunale Pd in materia di traffico e inquinamento

Non si è fatta attendere la risposta di Armando Foschi, Presidente della Commissione consiliare Lavori Pubblici, alle critiche rivolte all’amministrazione dal consigliere comunale del Pd Antonio Blasioli in materia di traffico e inquinamento. Foschi parla di “poche idee e molto confuse in merito alla problematica inerente la qualità dell’aria”, e aggiunge: “Blasioli dice che per contrastare le polveri dobbiamo lavare le strade, e neanche si accorge che tale misura viene praticata ogni giorno, all’alba, dai mezzi della Attiva. Oggi il consigliere Blasioli ha scoperto come sempre l’acqua calda”.

A questo punto, Foschi scende nello specifico: “Parliamo della pedonalizzazione dell’intero centro cittadino, come corso Vittorio Emanuele, della realizzazione di nuove infrastrutture al fine di decentrare il traffico, dell’incremento dei parcheggi disponibili sulle aree di risulta, dell’avvio del cantiere della filovia. E soprattutto parliamo del coraggio avuto nel dare parere ‘non favorevole’ al rinnovo dell’Autorizzazione Integrata Ambientale al Cementificio, che invece la giunta di sinistra del consigliere Pd Blasioli aveva autorizzato a restare a Pescara per altri 15 anni in cambio di pochi spiccioli per realizzare lo Huge Wineglass, contribuendo ad aggravare i livelli delle polveri sulla città”.

L'ATTACCO DEL PD E DI BLASIOLI

Foschi consiglia a Blasioli “meno demagogia e più concretezza nelle sue conferenze stampa annuali sulla qualità dell’aria, documentando meglio le proprie conoscenze su quanto accade a Pescara. All’incremento dei livelli delle polveri contribuiscono senza dubbio il traffico, ma anche altri fattori, come la presenza eventuale di cantieri e l’accensione degli impianti di riscaldamento, e infatti gli sforamenti dei livelli limite si concentrano quasi esclusivamente nei mesi invernali più freddi. In tal senso l’amministrazione comunale ha emanato già a fine ottobre un’ordinanza per disciplinare le ore quotidiane di accensione degli impianti e i livelli massimi di calore che non dovrebbero superare i 19 gradi.

L’unica misura utile per ridurre i livelli delle polveri è, secondo Foschi, "decentrare il traffico veicolare privato a favore di quello pubblico, ovviamente garantendo valide alternative alla viabilità cittadina, alternativa oggi rappresentata dal nuovo asse via dell’Emigrante-via Caravaggio-via Ferrari. Ma il Pd, lo stesso partito che in ogni modo ha tentato di affossare la filovia, ora si sta già preparando a contrapporsi anche a tale opera di pedonalizzazione. E poi le chiusure al traffico: forse Blasioli ha dimenticato che nell’inverno 2012 la nostra amministrazione, con l’assessore Fiorilli, ha attuato le chiusure al traffico drastiche della città per ridurre i livelli del Pm10 in corrispondenza degli sforamenti, e ha dimenticato anche i feroci attacchi che lui stesso ha mosso nei confronti del nostro governo cittadino, accusandoci di voler ‘uccidere il commercio del centro’. Forse il Pd dovrebbe fare pace con le proprie idee prima di sfornare una montagna di inutili sciocchezze”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità dell'aria, Foschi replica a Blasioli: "Solo una montagna di sciocchezze"

IlPescara è in caricamento