L'assessore Verì annuncia: "Pronto il protocollo per la gestione domiciliare dei pazienti"

L'assessore regionale alla sanità ha annunciato l'avvio degli interventi per la fase 2 della gestione dell'emergenza Covid19, focalizzando l'attenzione dagli ospedali al territorio

La Regione Abruzzo, con l'assessore Verì, ha comunicato che il protocollo per la gestione dell'emergenza Covid19 nella fase 2 di ripartenza è pronto, e permetterà di spostare la centralità dell'assistenza sanitaria dall'ospedale al territorio, potenziando la rete dei medici e presidi di medicina locali, con un approccio multidisciplinare che saranno specificate tramite un'apposita ordinanza del presidente della Regione.

COVID, IL CUOCO PESCARESE FERRI: "GIUSTIZIA PER MIA MAMMA"

L'obiettivo è liberare dal sovraccarico il sistema ospedaliero che riprenderà a gestire tutte le patologie ed il sistema di visite specialistiche, con un'unità di coordinamento dell'assistenza territoriale Ucat che ogni Asl dovrà attivare entro 7 giorni, che individuerà il percorso più adatto per ogni singolo paziente, con un aggiornamento continuo e costante dell'evoluzione dello stato clinico del paziente domiciliato interagendo con gli ospedali Covid ed i singoli presidi e reparti.

Nel sistema domiciliare sono coinvolti i medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta, i medici di continuità assistenziale, le Usca (le unità speciali di continuità assistenziale, entrate in funzione con l’emergenza), gli specialisti ambulatoriali, i servizi di assistenza domiciliare integrata, i servizi di igiene e sanità pubblica, i consultori e il 118, che dovranno interagire come un corpo unico.

I soggetti in isolamento domiciliare che devono essere monitorati sul territorio sono: i pazienti asintomatici con contatto stretto di caso indice, il contatto paucisintomatico con tampone sia positivo che negativo, il paziente positivo asintomatico o paucisintomatico e il paziente dimesso dall’ospedale clinicamente guarito, ma ancora positivo al tampone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I medici di medicina generale, oltre che a prendere in carico il paziente, si occuperano anche del monitoraggio attraverso la telemedicina, la prescrizione dei farmaci ed esecuzione dei tamponi di controllo. Avranno a disposizione anche i pulsiossimetri per misurare a distanza della saturazione dell'ossigeno e frequenza cardiaca. Saranno infine previste rimodulazioni per chi necessita di assistenza domiciliare integrata, con percorsi formativi per caregiver familiari ed operatori del settore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo l'asse attrezzato, auto si ribalta e prende fuoco: tamponamento tra altre 4, ferite 6 persone [FOTO]

  • Morto l'ex arbitro di calcio Stefano Pitocco, aveva 44 anni: Loreto Aprutino e Aia-Pescara in lutto

  • Uomo trovato morto nella sua camera dalla madre, tragedia nel Pescarese

  • Chiarita la causa del decesso dell'uomo trovato in una pozza di sangue nella sua camera dalla madre

  • Morto l'uomo di Città Sant'Angelo colto da un infarto mentre correva con la moglie

  • Omicidio Jennifer Sterlecchini: annullata la condanna a 30 anni di carcere per Davide Troilo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento