Politica Centro / Piazza della Rinascita

I ragazzi in piazza Salotto per il diritto allo studio: "La Regione non diminuisca i fondi"

Ieri si è tenuta un'assemblea degli studenti​ per analizzare il bilancio regionale abruzzese, accusato di tagliare fondi al diritto allo studio e alle politiche giovanili, aumentando invece i finanziamenti a disposizione per le spese istituzionali. Numerosi i ragazzi presenti

Ieri si è tenuta un'assemblea degli studenti? in Piazza Salotto per analizzare il bilancio regionale abruzzese, accusato di tagliare fondi al diritto allo studio e alle politiche giovanili, aumentando invece i finanziamenti a disposizione per le spese istituzionali. Numerosi i ragazzi che hanno discusso su come rilanciare la mobilitazione.

"Abbiamo deciso di effettuare questa assemblea a soli cinque giorni dal tavolo di lavoro con la Regione perché riteniamo fondamentale continuare a dialogare con gli studenti nel merito della proposta. Siamo, inoltre, molto soddisfatti di aver aperto un tavolo di lavoro con la Regione", ha dichiarato Mattia Crisante, membro del CSP.

"La Regione Abruzzo ha aumentato i fondi per le spese istituzionali e diminuito quelli per il diritto allo studio. Un vincolo di bilancio che è stato definito illegittimo dalla Corte Costituzionale. Nonostante questo, la Regione continua a rivendicare provvedimenti che riteniamo insufficienti. Servono misure radicali per invertire la rotta da inserire nella legge sul diritto allo studio", ha aggiunto Saverio Gileno, Coordinatore del CSP.

All'assemblea erano inoltre presenti vari cittadini, il consigliere regionale Domenico Pettinari, un rappresentante della CGIL Abruzzo, l'Unione degli Studenti Vasto, il Collettivo Studentesco Lanciano, il Collettivo Studentesco Sulmona, COBAS, Forum H20 e Rifondazione Comunista.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I ragazzi in piazza Salotto per il diritto allo studio: "La Regione non diminuisca i fondi"

IlPescara è in caricamento