rotate-mobile
Politica

D'Incecco (Lega): "Un progetto di legge per eliminare i termini stranieri nella pubblica amministrazione in Abruzzo"

A presentarlo è il consigliere regionale della Lega, Vincenzo D'Incecco: "No ai termini stranieri nella pubblica amministrazione per tutelare la lingua italiana"

Tutelare la lingua italiana e fare in modo, quindi, che tutti i documenti stilati dalla giunta regionale e dagli enti da essa controllati siano scritti “esclusivamente” in italiano.
Questo è l'obiettivo di un progetto di legge denominato “Tutela della lingua italiana nei rapporti tra la pubblica amministrazione regionale e il cittadino”, presentato dal capogruppo della Lega in consiglio regionale, Vincenzo D'Incecco. 

«Se sarò rieletto», afferma D'Incecco, «sarà il primo progetto di legge che porterò in discussione. La lingua italiana rappresenta l'identità della nostra Nazione. Sono ormai anni che i nostri vocaboli vengono sostituiti con termini inglesi e ciò avviene anche nei documenti ufficiali stilati dalle amministrazioni pubbliche. Attraverso questa iniziativa si vuole tutelare la nostra bellissima lingua, che deve essere utilizzata in maniera obbligatoria per la promozione e la fruizione di beni e servizi erogati dalla Regione. Termini stranieri possono essere usati, ma solo se in italiano non c'è una parola con lo stesso significato».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

D'Incecco (Lega): "Un progetto di legge per eliminare i termini stranieri nella pubblica amministrazione in Abruzzo"

IlPescara è in caricamento