rotate-mobile
Politica

Parco e sede unica nell'area di risulta, il sindaco sul parere del comitato Via alle modifiche al progetto: "Fatte le scelte giuste"

Carlo Masci commenta quanto decretato dal comitato di Valutazione di incidenza ambientale regionale che certifica la regolarità delle modifiche apportate al progetto: "Avanti senza tentennamenti, sarà un'infrastruttura straordinaria"

Soddisfatto il sindaco Carlo Masci del parere del comitato Via (Valutazione di impatto ambientale) sulle modifiche apportato al progetto per l'area di risulta che, ha decreto il comitato, non ha apportato “modifiche sostanziali” dal punto di vista ambientali e quindi non impattanti sotto questo aspetto quelle inserite nella relazione tecnica aggiornata che accompagna il progetto che oggi è nella sua fase preliminare.

Dall'eliminazione degli edifici nord e sud residenziali e la riconversione di quei terreni in verde pubblico, alla possibilità di realizzare in una prima fase la nuova viabilità anche a raso oltre che una serra geodetica bioclimatica e un corridoio ecologico nel parco fino all'ampliamento della disponibilità dei parcheggi nei silos che prevedono 150 posti auto e 200 box in più e la limitazione del parcheggio interrato a un solo livello con la rimodulazione del perimetro complessivo dell'intervento, il parere favorevole alle modifiche rappresenta per l'amministrazione un passo fondamentale per arrivare alla riqualificazione dell'area.

“Questo pronunciamento del comitato Via conferma come il processo che abbiamo avviato sia quello giusto, validando ciò che sostenevo da tempo – dichiara Masci -: la progettazione sulle aree di risulta non determinerà, è lo stesso organismo a certificarlo e non lo dice certo il sindaco, un impatto ambientale che violi le norme o che possa risultare un vulnus per la città e la sua vivibilità. Si tratta invece di un successo per l’amministrazione che persegue unicamente l’obiettivo di dotare Pescara di un’infrastruttura straordinaria di servizi e di socialità, visto che lì sorgerà un importante polmone verde. Vengono allo stesso tempo sconfessate tutte quelle roboanti prese di posizione e quegli allarmi ingiustificati che avevano evidentemente il solo obiettivo di bloccare ancora una volta, dopo decenni di inutili chiacchiere, la realizzazione di un obiettivo che definirei di valore epocale per le prospettive di sviluppo del nostro territorio”, aggiunge rispondendo alle tante critiche sollevate e che ancora oggi ci sono al progetto con la Stazione ornitologica abruzzese che sempre oggi ha definito “surreale” quanto decretato dal comitato Via. “Andiamo quindi avanti senza tentennamenti, con in più la forza che ci deriva oggi da questo giudizio del comitato”, chiosa il primo cittadino.

Il progetto, archiviata l'idea del project financing, procederà dunque come previsto grazie a quanto consentito dalla normativa nazionale, per lotti. Il primo riguarderà tutta la parte che da sud fino al limitare dell’edificio dell’ex stazione ferroviaria. In questa area attualmente sono presenti circa 900 posti auto che saranno ricollocati nel silos sud permettendo di realizzare, sottolinea in una nota l'amministrazione, la prima parte del parco centrale proprio dove ora ci sono i parcheggi. Il secondo lotto riguarderà la parte residua a nord est, stralciato rispetto alla previsione originaria: lì dove era previsto l’edificio pubblico sorgerà la nuova sede unica della Regione, questo in base al recente protocollo firmato con il Comune. Progetto per il quale visto quanto decretato oggi dal comitato, non ci sarà bisogno di un ulteriore valutazione da parte dello stesso. Dovrà essere ora l'ente regionale a determinare i passi utili alla prosecuzione dell'iter per un progetto che comunque, ha ricordato la Soa, dovrà essere sottoposto a Valutazione ambientale strategica (Vas).

Il futuro progetto per la nuova sede della Regione in virtù del pronunciamento del Via non dovrà essere sottoposto ad ulteriore valutazione da parte dello stesso organismo. Dovrà essere ora l’ente regionale a determinare i passi utili alla prosecuzione dell’iter.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco e sede unica nell'area di risulta, il sindaco sul parere del comitato Via alle modifiche al progetto: "Fatte le scelte giuste"

IlPescara è in caricamento