rotate-mobile
Politica

Oltre 26 milioni di euro per l'edilizia popolare con il Pnrr, i progetti dell'Ater in città e provincia [VIDEO]

Sono stati presentati i progetti previsti per gli alloggi popolari a Pescara e provincia grazie ai fondi del piano nazionale ripresa resilienza

Sono complessivamente 26 i milioni di euro previsti con il Pnrr per una serie di progetti sull'edilizia popolare di Pescara.
I progetti sono stati svelati, tra gli altri, dal presidente del consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, dal sindaco Carlo Masci, dall'assessore al ramo, Isabella Del Trecco, e dal consigliere regionale della Lega, Luca De Renziis.

«L'intero patrimonio di edilizia pubblica dell'Ater di Pescara sarà oggetto di radicale riqualificazione», annuncia Sospiri, come riferisce l'agenzia Dire, «in alcuni casi demolizione e ricostruzione, secondo principi non alienanti per l'essere umano. Io spero di poter dire che per il 2024 il volto dei quartieri della nostra città e in gran parte della nostra provincia, sarà completamente cambiato».

Sono stati tutti approvati i progetti che l'Ater di Pescara avvierà grazie al Pnrr, per un importo complessivo di 26 milioni e 465 mila euro ovvero il 56,84% del finanziamento complessivo destinato all'Abruzzo (46 milioni 564 mila 058,52 euro). I lavori riguarderanno l'abbattimento delle barriere architettoniche, l'eliminazione dell'amianto lì dove presente, l'efficientamento energetico e l'adeguamento antisismico su Pescara (cui andranno 14 milioni e 625 mila euro) e provincia (gli interventi riguarderanno i comuni di Popoli, Città Sant'Angelo e Montesilvano per un importo totale di 11 milioni e 840 mila euro). In particolare, per quanto concerne Pescara città saranno finanziati interventi in via Alcyone (1 milione e 200 mila euro), a Borgo Marino (4 milioni e 718 mila euro), in via Rubicone (5 milioni e 896 mila euro) e in via Osento (2 milioni e 809 mila euro). Il resto del finanziamento sarà destinato al Comune di Popoli (2 milioni di euro per via dei Tigli), Città Sant'Angelo (1 milione e 500 mila euro per via Alzano, 2 milioni e 200 mila euro per via Iovine, 2 milioni e 200 mila euro per via Iannucci e 2 milioni e 200 mila euro per via Illuminati) e Montesilvano (1 milione e 720 mila euro per via Aldo Moro).

Ai progetti finanziati con il Pnrr, quelli che riguarderanno la riqualificazione di via Rigopiano e l'abbattimento del Ferro di Cavallo «previa sistemazione abitativa degli abitanti che ne hanno diritto», ricorda anche Sospiri, si aggiunge anche l'abbattimento e la ricostruzione delle palazzine di via Lago di Borgiano evacuate dopo il sisma 2016-2017. Tutti elementi che, ribadisce, contribuiranno a cambiare il volto dell'edilizia popolare della città in un'ottica di vivibilità e spazi che il Covid ha dimostrato essenziali per il benessere psico-fisico delle persone.
Mario Lattanzio, presidente dell'Ater Pescara ribadisce il buon lavoro fatto avendo ottenuto il finanziamento di tutti i progetti e ricordando che a oggi «sul territorio e dunque su tutta la provincia sono stati investiti 10 milioni di euro. L'obiettivo è avviare i lavori finanziati con il Pnrr entro la fine del 2022 e terminarli nei tempi previsti, e cioè per il 2025». 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 26 milioni di euro per l'edilizia popolare con il Pnrr, i progetti dell'Ater in città e provincia [VIDEO]

IlPescara è in caricamento