menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porto di Pescara, D'Alfonso alza la voce: "I soldi ci sono, bisogna spenderli"

All'ex governatore replicano il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri, il sottosegretario alla presidenza della giunta regionale Umberto D'Annuntiis e i consiglieri regionali Guerino Testa (Fratelli d'Italia) e Vincenzo D'Incecco (Lega)

Il senatore abruzzese del Pd Luciano D’Alfonso, presidente della commissione finanze, invita a spendere i soldi per i porti di Pescara e Ortona. Secondo l'ex governatore ora è il momento di pensare ad appalti e lavori perché ci sono ben 32 milioni di euro a disposizione. 

A D’Alfonso replicano il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri, il sottosegretario alla presidenza della giunta regionale Umberto D’Annuntiis e i consiglieri regionali Guerino Testa (Fratelli d’Italia) e Vincenzo D’Incecco (Lega):

“L’apertura della gara d’appalto per affidare l’intervento di deviazione del porto canale di Pescara ha messo in serio e comprensibile imbarazzo il senatore D’Alfonso che oggi si trova di fronte a un governo regionale che sta facendo tutto ciò che egli stesso, da governatore, in 5 anni, non è riuscito a fare”. 

Per Sospiri, D'Annuntiis, Testa e D'incecco la conferenza stampa odierna di D'Alfonso si può riassumere in pochi punti: "In 5 anni alla Regione il senatore D’Alfonso non è stato capace di spendere le risorse che aveva; in 5 anni ha speso risorse regionali per finanziare interventi su 2 porti nazionali, su cui avrebbe dovuto investire lo Stato; la nuova giunta ha dovuto recuperare il tempo perso dal governo D’Alfonso, dopo che il rappresentante nominato in seno all’autorità portuale dallo stesso senatore, un suo fedelissimo, non aveva neanche fatto inserire Pescara e Ortona tra i porti su cui investire risorse. Gli abruzzesi lo sapevano già e non c’era bisogno della pubblica confessione del senatore D’Alfonso".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento