Porto di Pescara, D'Alfonso alza la voce: "I soldi ci sono, bisogna spenderli"

All'ex governatore replicano il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri, il sottosegretario alla presidenza della giunta regionale Umberto D'Annuntiis e i consiglieri regionali Guerino Testa (Fratelli d'Italia) e Vincenzo D'Incecco (Lega)

Il senatore abruzzese del Pd Luciano D’Alfonso, presidente della commissione finanze, invita a spendere i soldi per i porti di Pescara e Ortona. Secondo l'ex governatore ora è il momento di pensare ad appalti e lavori perché ci sono ben 32 milioni di euro a disposizione. 

A D’Alfonso replicano il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri, il sottosegretario alla presidenza della giunta regionale Umberto D’Annuntiis e i consiglieri regionali Guerino Testa (Fratelli d’Italia) e Vincenzo D’Incecco (Lega):

“L’apertura della gara d’appalto per affidare l’intervento di deviazione del porto canale di Pescara ha messo in serio e comprensibile imbarazzo il senatore D’Alfonso che oggi si trova di fronte a un governo regionale che sta facendo tutto ciò che egli stesso, da governatore, in 5 anni, non è riuscito a fare”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per Sospiri, D'Annuntiis, Testa e D'incecco la conferenza stampa odierna di D'Alfonso si può riassumere in pochi punti: "In 5 anni alla Regione il senatore D’Alfonso non è stato capace di spendere le risorse che aveva; in 5 anni ha speso risorse regionali per finanziare interventi su 2 porti nazionali, su cui avrebbe dovuto investire lo Stato; la nuova giunta ha dovuto recuperare il tempo perso dal governo D’Alfonso, dopo che il rappresentante nominato in seno all’autorità portuale dallo stesso senatore, un suo fedelissimo, non aveva neanche fatto inserire Pescara e Ortona tra i porti su cui investire risorse. Gli abruzzesi lo sapevano già e non c’era bisogno della pubblica confessione del senatore D’Alfonso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo l'asse attrezzato, auto si ribalta e prende fuoco: tamponamento tra altre 4, ferite 6 persone [FOTO]

  • Omicidio Jennifer Sterlecchini: annullata la condanna a 30 anni di carcere per Davide Troilo

  • Bambina di 6 anni con il nervo ottico infiammato ha bisogno urgente di una risonanza, ma manca il saturimetro amagnetico

  • Malore nel bagno di un autogrill sull’A14, muore un uomo

  • Pochi minuti e il cielo diventa scuro sopra Pescara, e viene giù il temporale [FOTO-VIDEO]

  • Rapina da 145 mila euro nell'ufficio postale in via di Sotto: arrestati dalla polizia i due responsabili

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento