menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ponte ex Camuzzi, Sospiri: "Recuperiamo sei anni persi dal centrosinistra"

Il capogruppo del PdL Lorenzo Sospiri conferma l'intenzione di realizzare il ponte di collegamento fra l'area ex Camuzzi e l'area di risulta, e risponde alle dichiarazioni fatte dall'opposizione nei giorni scorsi sull'operato della Giunta. "Stiamo recuperando sei anni persi dal centrosinistra a tempo di record"

Il capogruppo consiliare del PDL Lorenzo Sospiri, interviene sul vertice che si terrà domani per il finanziamento e l'avvio dei lavori di costruzione del ponte che collegherà la zona dell'ex Camuzzi all'Area di Risulta.

Sospiri conferma l'intenzione di realizzare l'opera in tempi brevi, dopo anni di interruzione delle pratiche necessarie al reperimento dei fondi.

"Il Ponte che collegherà l’area dell’ex Camuzzi direttamente alle aree di risulta si farà:  mercoledì 16 settembre, presso la sede della Regione Abruzzo, si terrà un incontro tra gli assessori comunali all’Urbanistica  Antonelli e ai Lavori pubblici Teodoro con il Presidente Chiodi per accelerare le procedure di erogazione dei finanziamenti".

  Sei anni persi dal centrosinistra che ora andremo a recuperare  
Ma l'esponente del Pdl coglie soprattutto l'occasione per rispondere alle critiche sollevate dall'opposizione cittadina, che nel corso di una conferenza stampa ha giudicato negativamente l'operato della Giunta nei primi mesi di governo, ed ha sollevato dubbi sulla disponibilità di fondi per realizzare il Ponte.

"Possiamo rassicurare i colleghi consiglieri di minoranza: Pescara non perderà alcun finanziamento, i fondi destinati alla costruzione del ponte Camuzzi non verranno ritirati com’è accaduto per quelli destinati alla realizzazione della Caserma dei Carabinieri, somme perse dalla passata amministrazione di centro-sinistra che ora dovremo recuperare".

Sospiri poi si rivolge direttamente al capogruppo Alessandrini , ricordando le delibere ed i progetti approvati dall'attuale Giunta in due mesi, fra cui la sistemazione del mercato ittico, o l'avvio dei lavori per la costruzione della Casa dello Studente.

"Finalmente anche il centro-sinistra, dopo sei anni trascorsi a vagare nel buio, sembra aver aperto gli occhi e aver iniziato a capire quali sarebbero state e quali sono le opere infrastrutturali  utili per Pescara, opere che avrebbe avuto il dovere di realizzare nei sei anni trascorsi al governo della città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento