Politica

Si è concluso con un incontro alla pineta dannunziana il progetto dei giochi inclusivi per bambini disabili [FOTO]

Presenti i consiglieri comunali Ivo Petrelli e Alessio Di Pasquale oltre al sindaco Masci e al presidente presidente della Sezione Uildm di Pescara Silvano Console

Ultima giornata del progetto ‘A scuola di Inclusione: giocando s’impara’ ieri 17 settembre alla pineta dannunziana di Pescara, con i ragazzi e bambini disabili che hanno presentato disegni, elaborati scritti, pensieri e un video alla presenza del presidente della Commissione Ambiente Ivo Petrelli e del consigliere comunale Alessio Di Pasquale, di Forza Italia, assieme a Silvano Console  presidente della Sezione Uildm di Pescara, del sindaco di Pescara Carlo Masci, degli assessori ai Parchi Gianni Santilli e alle Politiche sociali Nicla Di Nisio, delle dirigenti scolastiche Mariagrazia Santilli dell’Istituto Comprensivo 2 e delle docenti referenti dei due istituti comprensivi.

Console ha ricordato che il progetto è stato finanziato con fondi del Ministero dell'Interno che ha selezionato 12 regioni italiane e in Abruzzo la candidatura è ricaduta su Pescara:

"Obiettivo dell’iniziativa è promuovere e sostenere il diritto al gioco di tutti i bambini, installando, con le amministrazioni pubbliche giostre accessibili nelle aree verdi della città, come abbiamo fatto a luglio scorso nel comparto 2 della pineta, al fine di sensibilizzare la comunità, partendo proprio dai bambini e dai ragazzi, sul tema dell’inclusione, promuovere momenti d’incontro e di condivisione per modificare atteggiamenti culturali errati nei
confronti della disabilità attivando processi empatici, di rispetto e di solidarietà, e poi garantire la partecipazione al gioco e al tempo libero a tutti i bambini assicurando la disponibilità di giochi accessibili a tutti."

Durante la giornata i bambini sono stati accompagnati da 'Nduccio e il gruppo "I ladri di carrozzelle" formato da giovani con la distrofia. Petrelli e Di Pasquale hanno aggiunto:

“I giochi che sono disponibili nel comparto 2 della riserva dannunziana sono il simbolo dell’inclusione, ovvero la capacità di trasformare la disabilità in normoabilità.  E il coinvolgimento dei bambini è il primo passo per una trasformazione etica e culturale del nostro stesso punto di vista sul tema. Per l’iniziativa il ringraziamento va al capogruppo di Forza Italia, il dottor Roberto Renzetti, che è stato il promotore del progetto stesso.

La risposta dei bambini oggi è stata eccezionale: con i propri lavori ci hanno offerto un punto di vista diverso sulla disabilità, dimostrando rispetto, attenzione, complicità anche con i propri compagni di classe portatori di una diversa abilità, e soprattutto ci hanno dimostrato di non avere preconcetti o pregiudizi, ma di avere una visione della vita molto più ampia e aperta di quanto si possa immaginare”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si è concluso con un incontro alla pineta dannunziana il progetto dei giochi inclusivi per bambini disabili [FOTO]

IlPescara è in caricamento